Troppo piccolo, contro le piccole e non solo: il Napoli si farà sentire solo se fallirà la Champions?

In totale fanno 18 punti sfuggiti di mano, di cui 13 contro squadre della parte sinistra della classifica. La Champions passa da qui.
03.05.2021 16:29 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Troppo piccolo, contro le piccole e non solo: il Napoli si farà sentire solo se fallirà la Champions?
TuttoNapoli.net
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

In vantaggio praticamente da inizio partita, il Napoli avrebbe potuto chiudere il match col Cagliari più di una volta ma qualcosa è mancato. Brillantezza, mentalità, concentrazione. Per dirla alla Gattuso, la squadra non è rimasta sul pezzo per l'intera durata dell'incontro. E se fai così prima o poi il prezzo da pagare ti viene recapitato. Il gol di Nandez al 94' che vale la rimonta del Cagliari è una doccia fredda, gelata sulle ambizioni europee del Napoli. E non è la prima volta che ne subisce una. E' capitato a Reggio Emilia col Sassuolo ultimamente, così come a Verona contro l'Hellas nel periodo più buio della stagione. Sembrava un problema risolto, invece Semplici e la sua compagine hanno fatto riemergere i difetti di una squadra che, se tenuta all'angolo a lungo, può cedere. Ieri al Maradona l'ha fatto di nuovo quando Hysaj, colpito dalla distrazione, e s'è fatto sorprendere da Nandez alle sue spalle su un pallone che poteva essere innocuo. Un calo di attenzione che è valso due punti persi fondamentali in una bagarre così accesa come quella per la Champions League.

PICCOLO CON LE PICCOLE - Non è la prima volta che il Napoli non ottiene bottino pieno contro le squadre della parte destra della classifica. Prima del Cagliari ci era quasi riuscito perfino il Crotone ultimo della classe, che appena un mesetto fa si fermò ad un gol dal pareggio. Ad inizio febbraio era accaduto col Genoa in trasferta e poco prima a Verona. Ma i punti persi con le medio-piccole non sono pochi: 5 con il Sassuolo, 2 col Torino, 3 con lo Spezia, 3 con l'Hellas Verona, 3 col Genoa, 2 con il Cagliari. In totale fanno 18 punti sfuggiti di mano, di cui 13 contro squadre della parte sinistra della classifica. Capitò anche contro lo Spezia, guarda caso il prossimo avversario di Gattuso e i suoi ragazzi, tra qualche giorno al Picco. Se il Napoli fallirà la Champions League dovrà prendersela solo con se stesso per non aver risolto questo problema.

E LA COMUNICAZIONE? - Piccolo con le piccole, sì, ma anche nella comunicazione. Almeno quella degli ultimi anni. Il silenzio stampa, all'epoca dei social network e della comunicazione di massa, risulta anacronistico. Da tanto, troppo tempo il Napoli non si fa sentire. E non soltanto quando subisce un torto arbitrale, come ieri in occasione del secondo gol annullato a Osimhen, ma anche quando c'è da protestare per decisioni che vanno al di là di quelle di campo. Perché la società non ha aperto bocca e continua ad accettare situazioni dubbie senza farsi sentire? Tutti i grandi club (ma anche i piccoli) si presentano dinanzi a microfoni e telecamere quando succede qualcosa che non va a genio, per quale motivo il Napoli non lo fa? Anche questo incide oggigiorno. Ma ora è il momento di ripartire perché le chance di tornare nell'Europa che conta sono ancora altissime. Basta vincerle tutte, a cominciare proprio dallo Spezia, un'altra piccola che quest'anno ha dato filo da torcere agli azzurri. Ora, però, è davvero vietato sbagliare.