Juve-Napoli, i punti chiave del ricorso: per la difesa sono stati violati i principi del giusto processo

Si farà leva dunque sul fatto che il successivo provvedimento del 4 ottobre fosse solo confirmativo di un primo provvedimento.
20.12.2020 08:54 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Alessandro Garofalo/Image Sport
Juve-Napoli, i punti chiave del ricorso: per la difesa sono stati violati i principi del giusto processo

Sarà un settimana importante per il Napoli, che oltre a giocarsi due partite sul campo dovrà scendere in campo anche in tribunale per il ricorso legato a quel Juventus-Napoli mai disputato, perso a tavolino, che è valso anche un punto di penalizzazione in classifica. Dopodomani il legale Mattia Grassani, coadiuvato dal nuovo avvocato Enrico Lubrano, parlerà di "causa di forza maggiore che è stata preclusione alla trasferta, intervenuta già il giorno prima della partita".

I PUNTI CHIAVE - Si farà leva dunque sul fatto che il successivo provvedimento del 4 ottobre fosse solo confirmativo di un primo provvedimento arrivato il giorno prima dall'ASL. E' questo il punto chiave, ma la difesa del Napoli andrà oltre e proverà a dimostrare che anche il provvedimento della domenica avrebbe in ogni caso valenza di atto di forza maggiore. Altra questione importante per la difesa sarà l'affondo contro le motivazioni del giudice sportivo e della Corte d'Appello, che hanno rigettato il ricorso nei primi due gradi di giudizio. Non c'è una "benché minima prova" di una condotta in malafede, scrivono gli avvocati, secondo cui la condanna in primo e secondo grado viola i principi cardine del giusto processo.