RILEGGI LIVE - Dimaro 2019, ADL: "Hamsik-Cina? Vuole andare, rifiutai già Milan, Inter, Juve e rispetto all'estate Ancelotti ha più certezze. Stadio vuoto e terzo bilancio in rosso e dicono che guadagno!"

04.02.2019 12:24 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
RILEGGI LIVE - Dimaro 2019, ADL: "Hamsik-Cina? Vuole andare, rifiutai già Milan, Inter, Juve e rispetto all'estate Ancelotti ha più certezze. Stadio vuoto e terzo bilancio in rosso e dicono che guadagno!"

12.28 - Termina la conferenza stampa

Presidente, Gravina ha parlato del nuovo format dei campionati. "Non fatemi dire cose antipatiche, sapete come la penso. Se la FIGC o il governo decide...  ma se lo devono fare le leghe chi si toglie per far spazio ad altri? In Formula 1 ci sono dei requisiti per partecipare, ma qui le poltrone vivono sui voti, sapete quante non si sarebbero iscritte ai campionati se avessimo controllato i debiti? Quasi l'80% in A? L'ha detto lei... Se tutto ciò che è illecito diventa lecito, io non lo farei mai perchè sono per le cose lecite"

Presidente, c'è bisogno di un titolo, Hamsik ci sarà a Dimaro? "I titoli però li deve fare il giornalista, non il vice-direttore. Il titolo della Gazzetta dell'altro giorno ("Hamsik se la squaglia, ndr"), è stato sciocco, è stato criticato da tutti i tifosi. Su Hamsik vi ho già detto, quando a Londra capitai vicino Raiola non sapevo neanche chi fosse, mi parlò di Hamsik di qua e Hamsik di là perché lo volevano al Milan, dissi di no e mi chiamò poi Moratti per chiedermelo ma dissi non si muove. Allegri lo stimava già dal Milan e quando è passato alla Juve lo stesso Hamsik mi disse della richiesta. Gli dissi che non si muoveva, è la bandiera del Napoli, mi ha chiesto di andare anche in estate ma lì il movimento cinese è freddo rispetto a febbraio. E' stato con noi 11 anni, mi disse della Cina ma la mia richiesta fu alta, ma sempre perché stimolati dal suo agente e da lui stesso. Dopo il cambio di allenatore non volevo sottrarre un pezzo prima di sperimentare Fabian e le nuove soluzioni. Ero contento della permanenza, ma abbiamo visto che Ancelotti sperimenta tutti e li vuole vedere tutti per valutare le potenzialità, anche rischiando, ma anche perché ogni giorno ci sono bollettini medici ed altre situazioni come persone normali che non vengono pubblicate. Hamsik ha chiesto di partire in un momento in cui a centrocampo siamo più che consolidati, non ci darebbe un problema, per questo Ancelotti ha dato il suo benestare, ma tra i cinesi ed i napoletani c'è una bella differenza ed ora vediamo cosa accadrà. Io gli ho detto ad Hamsik che questa è casa sua, pure se vorrà tornare saremo felici di riaccoglierlo. E' la nostra storia! E' uno che ha comprato casa a Castel Volturno, è una bella storia la sua. Io gli ho detto di no tante volte, ha sempre fatto il suo dovere, è impeccabile".

12.20 - Mister, 120 giorni alla fine, è ancora tutto in ballo? "L'ho detto pure ai giocatori, è ancora tutto in ballo, tranne la Coppa Italia, ci dispiace essere usciti ma abbiamo reagito subito. La squadra sta bene, faremo bene in questi 120 giorni. Dov'è la finale? A Baku, sapete che non lo sapevo...".

12.00 - Presidente, perchè ha cambiato idea sulle tournée in Cina? Il progetto con Diego? "Non sento Maradona da un bel po'. Sulla Cina, io amo molto la Cina, mio nonno cucinava in Cina nel 1920, ma è molto lontana. L'idea era di un ritiro lì, non di spostarci solo per amichevoli, ma con chi giochi lì che può venirci? Mai dire mai, comunque".

11.50 - Presidente, il calo al San Paolo dipende anche dall'impianto e un campionato che sulla carta è chiuso? "Il problema degli stadi va visto nella mancanza di un politico con la fermezza ad esempio della Thatcher che con una legge portò all'innovazione. Via la violenza, neanche in piedi allo stadio, questori per ogni singolo stadio con prigioni, per 3-4 anni si sono svuotati ma piano piano si sono ripopolati con le famiglie ed i bambini e li hanno rifatti. In Italia nel '90 si sono rubati i soldi, a Bari ad esempio l'hanno fatto nuovo sovra-strutturandolo, oltre 70mila, ma nessuno s'è reso conto della virtualizzazione. Io ricordo nel '99 quando mi presentai con 120 miliardi per prendere il Napoli di Ferlaino, vi aspettavate i nomi di campioni da prendere, vi feci un discorso sullo stadio virtuale, nessuno capì nulla e andarono via delusi. Sconcerti mi venne a trovare e mi disse 'che delusione', ma io devo avere vision. L'imprenditore combina produzione e mercato, non posso fare il tifoso se voglio assicurare futuro al mio club ed a questi colori. Non dimentichiamo anche il problema della delinquenza organizzata di certi stadi, io mio nipote non ce lo manderei allo stadio dove gli urlano 'quel posto è mio'. Il problema è che all'epoca il ministro Alfano del governo Renzi modificò la legge per i daspo anche per certi reati. Se voi fate una riunione con il questore De Jesu che ha le mani legate perché poi se non li fanno entrare scattano i ricorsi al tar. Non c'è ancora una lista di chi ha commesso reati da mettere nel tornello, ma poi imbroglierebbero comunque falsificando il nome sul biglietto. Si svuoterebbero di più gli stadi, ma a favore delle famiglie".

Mister, il ritiro così lungo cosa ha portato? Ci sono controindicazioni? "E' un ritorno al passato, si prova sempre ad innovare, ma i ritiri vanno fatti così, come in passato. Crescendo col lavoro dopo 10 giorni, ma secondo me ne servono 5 per preparare una squadra, le prime 3 dal punto di vista fisico e altre 2 per l'inizio della stagione. Prima ancora si ritenevano giuste 7 settimane per prevenire infortuni. Noi stiamo bene lì, ci divertiamo, cantiamo, giochiamo a parte e c'è chi vince e chi perde (ride, ndr)".

11.43 - Il responsabile della comunicazione ricorda che il Napoli è la squadra che dedica più tempo agli autografi ed alle foto in ritiro e l'idea di Edo De Laurentiis è di inserire dei giorni dedicati solo ai bambini. Ora spazio alle domande.

11.40 - Il ritiro inizierà il 6 luglio con l'arrivo della squadra fino al 26 luglio.

11.30 - Il nuovo assessore allo sport di Dimaro ed i vertici di Trentino marketing intervengono per testimoniare la soddisfazione per il rinnovo della partnership

11.24 - Interviene anche Ancelotti sul ritiro: "Abbiamo trovato strutture ottime, l'unica perplessità era sull'unico campo ma ha tenuto bene fino alla fine e siamo contenti di tornare. Sono contento, riusciremo a fare una preparazione ottimale come fatto quest'anno".

11.20 - ADL annuncia una novità per il prossimo ritiro: tornei ogni tre giorni per coinvolgere squadre di bambini in modo da dare un'opportunità ai genitori di tenerli impegnati in una sorta di scuola calcio Napoli-Trentino. Dalle 9 fino al pomeriggio alle 19 per 20 partite al giorno con allenatori nostri che porteremo in Trentino. Questo al di là del villaggio tifosi col solito intrattenimento per i tifosi all'uscita dal campo. Sull'accordo: "Sono felice del rinnovo, molti vogliono gli Usa e l'oriente, noi pensiamo a preparare bene la squadra ed i soldi si raccolgono in altri modi, non con quel clima e quegli spostamenti. Noi penseremo al prossimo campionato, ulteriormente vivace con l'Inter che ci proverà, la Juve che forse sarà più quieta, anche se non è ancora detta l'ultima parola e vediamo i prossimi 2-3 mesi.

Mi dispiace che i tifosi pensino solo allo Scudetto, non ad essere forti e rappresentare la città. Con la Sampdoria dovevano stare tutti allo stadio, i prezzi erano bassissimi, doveva essere pieno anche per la vendetta dopo la sconfitta dell'andata. Così si è tifosi del Napoli? Boh, sono meravigliato, anche se accade altrove. Milan e Inter non brillano ma hanno lo stadio pieno per partite anche meno importanti ed incassano 5mln di euro a partita e noi con tre gare non ci arriviamo. Non si possono fare le nozze con i fichi secchi, io sono 3 anni che chiudo in rosso il bilancio e la Filmauro invece chiude in utile. Così zittiamo anche le fregnacce di chi dice che guadagno col calcio e non più con la Filmauro che torna con 3 film americani finanziati dalla Filmauro".

11.15 - ADL conferma l'accordo col Trentino: "Sarà un accordo triennale, abbiamo fatto degli sforzi per andare in contro al Trentino, e loro lo stesso verso di noi e li ringrazio. Per la Val di sole non è stato un momento facile".

11.10 - Prende la parola ADL: "Voi volete sapere tutti cosa accadrà con Hamsik, ma non si parlerà di Hamsik. Non c'è nulla da dire, quando sarà il momento vi convocheremo e vi diremo cosa è accaduto col capitano. Ora si parla del trentino, poi tra 3-4-5 giorni, quando sarà, parleremo di Hamsik. Voi incrociate sempre le notizie, dicendo cose inesatte, ma io mi diverto. Sportmediaset ne hanno detta una colossale l'altro giorno (Koulibaly ed Allan via per 160mln di euro, ndr)... "

11.07 - Inizia la conferenza stampa, presenti ADL ed Ancelotti oltre all'head of operations del club Alessandro Formisano ed i vertici di Trentino marketing.

10.55 - Il Napoli ha rinnovato l'accordo con Dimaro - rifiutando diverse proposte dall'estero - proprio su spinta del tecnico che s'è trovato molto bene in Trentino.

10.45 - Alla conferenza stampa dovrebbero prendere parte anche ADL ed Ancelotti.

Amici di Tuttonapoli. buongiorno e benvenuti alla diretta testuale dall'Hotel Vesuvio della conferenza stampa congiunta Trentino-Ssc Napoli per il rinnovo dell'accordo triennale per il ritiro di Dimaro. A pochi giorni da San Valentino si rinnova il patto d’amore tra SSC Napoli, la Val di Sole e il Trentino. In questi giorni è stato infatti rinnovato l’accordo che da nove anni porta la squadra del presidente Aurelio De Laurentiis ad allenarsi a Dimaro Folgarida. Per le prossime tre estati la squadra di Carlo Ancelotti tornerà quindi a luglio a svolgere la preparazione precampionato in Val di Sole, nel Trentino nord Occidentale