RILEGGI LIVE - Spalletti in conferenza: "Che orgoglio passare alla 4° gara un girone duro! Bravo Kvara nei ripiegamenti. Dispiace per Simeone. Su Osi e Anguissa..."

Il tecnico del Napoli Luciano Spalletti risponderà alle domande della stampa nella sala conferenze dello Stadio Maradona. 
12.10.2022 21:50 di Antonio Gaito Twitter:    vedi letture
RILEGGI LIVE - Spalletti in conferenza: "Che orgoglio passare alla 4° gara un girone duro! Bravo Kvara nei ripiegamenti. Dispiace per Simeone. Su Osi e Anguissa..."

Al termine della gara contro l'Ajax, il tecnico del Napoli Luciano Spalletti risponderà alle domande della stampa nella sala conferenze dello Stadio Maradona. Tuttonapoli.net vi proporrà le sue dichiarazioni in tempo reale

21.35 - Inizia la conferenza stampa

Siete un modello vincente di un calcio italiano che soffre tantissimo.
"E' una sua considerazione? E' una domanda troppo difficile, la risposta è semplicemente che i ragazzi hanno fatto una cosa eccezionale, portando alle stelle l'orgoglio del popolo napoletano. Il loro entusiasmo ci dà soddisfazione".

Cosa c'è da migliorare? Il calo dopo il gol dell'Ajax?
"Bisogna lavorare in maniera correra, si vedranno le cose fatte bene e quelle fatte male, ma l'Ajax ha fatto vedere che livello di calcio gioca, non è che noi abbiamo abbassato il livello o siamo stati spettatori visti i risultati fatti, ma aver passato un girone contro squadre del genere alla quarta partita è un merito dei giocatori che l'hanno fatto con un calcio di livello".

Osimhen aveva grande voglia.
"Sì, deve giocare di più con la squadra, ho fatto quella sostituzione perché senza Anguissa dovevo risistemare l'altezza della squadra perché Frank ha fisico e colpo di testa e poi dovevo ripartire da metà campo e c'era spazio in ripartenza e le sue qualità sono queste. Speravo riuscisse anche a rallentare la loro costruzione bassa, non c'è riuscito perché non ha ancora conduzione, ma poi in una delle sue aggressione ha trovato il quarto gol perché ha quella ferocia e da cinque metri te lo ritrovi addosso. Ha sbagliato un gol facile, ma lui è questo qui, non è pulitissimoce nel palleggio con i compagni non sempre prende il massimo, per noi però è un giocatore importante e 50 minuti sono tanta roba. Mi dispiace per Simeone, meritava di giocare".

Il tecnico dell'Ajax ha detto che il Napoli è una delle squadre migliori che ha affrontato.
"Ci fa piacere, lui conosce il talento, lavora in un club che è bravo a creare le squadre, a scegliere giocatori sin da piccolo, è un grande conoscitore, ma noi abbiamo l'umiltà per giudicare ciò che abbiamo fatto e oggi mi va di evidenziare le rincorse di Kvaratskhelia fino all'area di rigore, quella è la roba importante. Se ti concedi distrazioni e non sei continuo, la palla te la ritrovi in area perchè hanno qualità estrema e s'è visto. Noi non abbiamo abbassato niente, non ci siamo mai accontentati... a volte ci hanno obbligato loro e Kvara ha fatto bene quel lavoro, bravo!"

Come sta Anguissa?
"E' da valutare bene, ha sentito tirare, è la sintesi di quello che diciamo della Champions, appena ti manca qualcosa diventa difficile e la palla te la ritrovi subito dietro insidiosa".

E' entrato spesso in campo per alcuni dettagli non fatti bene.
"Sì, bisogna restare accesi sempre, la Champions è questa, se concedi una pressione sbagliata o arrivi in ritardo, poi loro lo fanno valere e arrivano in porta. Si va tutti insieme a fare le cose, si pressa di squadra, insieme, se escono da lì poi ci ricompattiamo più bassi sottopalla. Lo stiamo facendo molto meglio, l'anno scorso eravamo più in difficoltà. Stiamo facendo bene per portare a casa un girone come questo".

Raspadori ha parlato di un po' di stanchezza. Questa qualificazione dà più forza per continuare la fuga in campionato?
"Sì, dà una spinta. Raspadori s'è battuto come un leone, con forza, qualità, intensità, ci ha abituati a questo, abbiamo dovuto difendere ma non si può fare diversamente a questi livelli ma siamo arrivati tante volte minacciosi verso la porta e se ne esce rafforzati da queste partite".

Ndombele a che punto è?
"Sta migliorando, ha quel passato panterato a volte, poi quando si accorge che deve recuperare ha 2-3 metri indietro ma ha forza e qualità, ha l'imbucata straordinaria, non era dispiaciuto neanche l'altro giorno, poi lui ha anche il tiro da fuori"

21.52 - Termina la conferenza stampa