Su Insigne ci avete rotto il caso

09.11.2021 17:19 di Arturo Minervini Twitter:    vedi letture
Su Insigne ci avete rotto il caso
TuttoNapoli.net
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

“Caso Insigne”. Sempre, dovunque, tutti i giorni comprese le feste comandate. Al punto che questo caso abbia un pochino rotto, semplicemente perché un caso non è. Non lo è nella duplice accezione: perché non c’è niente di poco chiaro e perché il fato non potrà in nessun modo influenzare l’esito della vicenda. Che il Napoli e Lorenzo siano ancora distanti dal trovare una quadra, è palese. Le parti sono state sin troppo chiare nel palesare i problemi che esistono nel trovare un punto d’incontro tra domanda e offerta, con il patron De Laurentiis con un tempismo più che discutibile che alla vigilia della sfida all’Hellas ribadiva: "Insigne? Decide lui se restare”.

Il messaggio del patron è più che chiaro, non c’è nessun caso o dietrologia che accompagnano la frase, che tradotta suona così: la nostra offerta l’abbiamo fatta, se Lorenzo accetta va bene altrimenti amici come prima. Dall’altra parte il calciatore si è rifugiato nella diplomazia: “Del rinnovo ne parla il mio agente col club” ripete ad oltranza il capitano, scelta giusta per evitare ogni tipo di interpretazione.

Dunque, il caso Insigne non esiste. Perchè non c’è mistero attorno a questa vicenda, che troverà la sua risoluzione nelle prossime settimane. C’è un’offerta del club, che esclude la possibilità di riconoscere un bonus alla firma al 24. C’è la posizione del calciatore, che vuole capire quanto il Napoli tenga a lui e cosa è disposto a fare per trattenerlo. Sarà una normale evoluzione della scelta di un professionista e di un club che deve fare i conti con la mutata situazione economica post-pandemica. Tutto qui.