TN - San Paolo, nuovo incontro a Roma con ADL: ostacolo Europa League per i primi sediolini, novità sul primo dei due maxi-schermi

26.03.2019 18:49 di Dario De Martino Twitter:    Vedi letture
TN - San Paolo, nuovo incontro a Roma con ADL: ostacolo Europa League per i primi sediolini, novità sul primo dei due maxi-schermi

(di Dario Martino). Il colore dei sediolini è stato deciso (varie tonalità d'azzurro nei settori superiori, aggiunta di alcuni colori 'caldi' in quelli inferiori), ma la vicenda San Paolo è tutt'altro che conclusa. In programma - apprende Tuttonapoli.net - ci sono nuovi incontri tra struttura commissariale delle Universiadi, Comune di Napoli e Calcio Napoli, per riuscire a trovare una quadra su tutti i nodi da sciogliere.

IL CRONOPROGRAMMA PER I SEDIOLINI. 
I nodi sul crono-programma vanno ancora sciolti: il commissariato per le Universiadi vuole accelerare i tempi. Mancano 98 giorni all'arrivo della fiaccola olimpica allo stadio di Fuorigrotta e sostituire tutti i sediolini in tempo è impresa ardua. La struttura commissariale vorrebbe partire con la sostituzione dei sediolini entro il 20 aprile, due giorni dopo la gara contro l'Arsenal. L'idea è quella di iniziare da alcuni settori, seguendo i dettami della SSC Napoli, per dare il meno intralcio possibile per il prosieguo del campionato. Partire il 20 aprile consentirebbe, secondo i calcoli della struttura commissariale, di terminare i lavori entro il 30 giugno, a tre giorni dall'inizio delle Universiadi. Ulteriori ritardi, invece, renderebbero difficile la conclusione, in tempo, delle operazioni. 

IL PROBLEMA SEMIFINALE E L'INCONTRO A ROMA. 
Di mezzo, però, potrebbe esserci la semifinale di Europa League. Se il Napoli passerà il turno con l'Arsenal dovrà disputare una delle semifinali della competizione europea al San Paolo. Per quanto riguarda le altre gare, quelle del campionato che stanno attirando pochi spettatori allo stadio San Paolo, il club di Aurelio De Laurentiis potrebbe anche consentire i lavori in corso senza troppi problemi. Qualche difficoltà, invece, potrebbe porla per l'eventuale semifinale di Europa League. Proprio per risolvere questi problemi nel fine settimana dovrebbe esserci un incontro a Roma (domenica all'Olimpico è in programma Roma-Napoli) tra il commissario Gianluca Basile, il presidente Aurelio De Laurentiis e i rappresentanti del Comune. Oggi sono iniziate le interlocuzioni per fissare l'appuntamento. 

MAXISCHERMI: UNO RESTERA' AL SAN PAOLO, SI LAVORA PER IL SECONDO. 
Dopo la riunione infuocata alla Mostra d'Oltremare di qualche settimana fa, così, ci sarà un nuovo appuntamento tra le parti. Si tornerà a parlare, in quest'occasione, anche dei maxischermi, forse l'unico tema sui cui si trovò la quadra nell'incontro alla Mostra. Decisa la posizione dei due schermi: uno sui distinti ed un altro, di fronte, nella tribuna laterale. I maxischermi saranno molto ampi: da 120 metri quadri. Già pronto il primo, si proverà a tenere anche il secondo. Per ottenerlo, però, bisognerà trovare un accordo con il Napoli. Le aziende che doteranno il San Paolo dei maxischermi stanno trovando accordi con la struttura commissariale anche grazie agli sponsor da trasmettere sugli schermi. Per questo il commissariato per le Universiadi, affinchè al San Paolo restino entrambe i maxischermi anche dopo l'evento, vuole parlare con il club per trovare un accordo anche su questo tema. La riunione del week-end a Roma si preannuncia, quindi, lunga e decisiva.