Gasperini si sbaglia, l'Italia dei 'Terroni del ca**o' non tiferà per l'Atalanta

12.08.2020 16:03 di Arturo Minervini Twitter:    Vedi letture
© foto di Image Sport
Gasperini si sbaglia, l'Italia dei 'Terroni del ca**o' non tiferà per l'Atalanta

(di Arturo Minervini) - “È bello sapere che tutta l’Italia tiferà per noi”. Si è lanciato in una previsione che va oltre il suo scibile Gian Piero Gasperini in vista della sfida della sua Atalanta al Paris Saint Germain nei quarti di Champions League. Quello che Gasperini non valuta, o forse omette, o forse semplicemente non vuole ricordare, è che ci sarà una parte dell’Italia che farà molta fatica a tifare per la sua Atalanta. Ed attenzione, non per l’Atalanta in quanto squadra, ma in quanto squadra rappresentata da certi personaggi. 

Mirco Moioli, team manager della Dea, alla stazione di Bergamo etichettava con un ‘Terrone del cazzo’ la provocazione di un tifoso partenopeo, bollato come ‘Coglione’ poi da Gasperini. Interrogato sull’accaduto, Gasperini si era pulito mani e coscienza archiviando (senza mai condannare l’accaduto) con un : “Non è un problema mio e nemmeno dell’Atalanta”. 

Non certo la prima uscita fuori calibro del tecnico, famigerato autore di frasi  con alto tasso di inopportunità come quella pronunciata nel periodo del lockdown: "Coronavirus è come la peste. Da queste parti, in Lombardia, siamo sufficientemente organizzati, pur se in difficoltà. Mi chiedo cosa potrebbe accadere a Roma o a Napoli”.

Proprio per questo Gasperini si sbaglia. C'è una parte dell'Italia che non tirerà per te. Quella dei 'Terroni del CaXXo'. Quelli stasera avranno l'animo languido di una strada alberata di Parigi.L'Italia che puntualmente è stata disprezzata con cori razzisti, mai condannati ed in molti casi quasi giustificati dal tecnico nerazzurro, stasera non si sentirà italiana. E come darle torto?