Guarisci Napoli, lotta e vinci ancora. Riesce male lo scherzetto degli ex

Vittoria importantissima. Insigne e Mario Rui tra i migliori
03.02.2020 23:01 di Francesco Molaro Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Guarisci Napoli, lotta e vinci ancora. Riesce male lo scherzetto degli ex

Il Napoli torna ad essere cinico e cattivo, anche se nel secondo tempo si poteva gettare alle ortiche tutto quello che di buono è stato fatto. Un napoli soprattutto vincente che piano piano sta guarendo.

Un bel primo tempo, una bella partita giocata a ritmi alti. Il Napoli parte forte, fortissimo e con Milik passa. Zielinski la mette a centro area e Milk in torsione insacca. La Samp accusa il colpo e non riesce a contenere le giocate del Napoli che non solo gestisce il gioco ma quando accelera raddoppia. Palla tesa di Callejon ed Elmas sbuca dietro i difensori e sotto porta batte Audero. Gli azzurri sembrano gestire e giocano con molta tranquillità con la Samp che lascia giocare il Napoli dandogli gli spazi giusti. Poi arriva la giocata di Quagliarella, girata al volo e palla in buca con Meret che la tocca anche. La Samp dopo il gol continua a spingere con il Napoli che cala di intensità e cerca di contenere le giocate dei doriani che sfiorano il pari con Ramirez che prende il palo.

Il secondo tempo è da dimenticare per gran parte. Il Napoli non è pervenuto per quasi tutto il tempo e la Samp gioca su tutte le palle. Ne viene fuori una seconda frazione brutta e senza giocate degne di nota. La Sampdoria spinge alla ricerca del pari e quando lo trova il Var vede il gomito di Gabbiadini sull’inizio dell’azione e annulla. La Samp però il pari lo trova. Il solito Quagliarella si guadagna il penalty con Manolas che lo scalcia. Gabbiadini, ancora un ex, dal dischetto non sbaglia e trova il pari. Gattuso inserisce anche Mertens e gli azzurri, in verde, finalmente reagiscono. Al’82 arriva la palla buona. Insigne, Mario Rui e palla vagante in area dove Demme trova la giocata giusta e insacca. Il finale è pazzesco con la tensione che si taglia a fette e con il Napoli che trova anche il 4 gol con Mertens dalla distanza. Una vittoria che serviva come il pane e che apre finalmente a nuovi scenari, almeno si spera.