Condò su Maradona: "Avevi la sensazione che fosse immortale. Nel '94 la Fifa lo tradì"

Il giornalista Paolo Condò ha ricordato Diego Armando Maradona ai microfoni di Sky Sport.
25.11.2020 19:50 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Condò su Maradona: "Avevi la sensazione che fosse immortale. Nel '94 la Fifa lo tradì"

Il giornalista Paolo Condò ha ricordato Diego Armando Maradona ai microfoni di Sky Sport: "Avevi la sensazione che fosse immortale, nonostante quello che ha fatto al suo corpo c’era sempre una stella che lo proteggeva e pensavi che fosse stato per l’eternità. Lo accomuno solo a Mohammed Alì per la figura che la storia ha dato allo sport. L’ho sempre visto come la ribellione del sud del mondo, e in Italia non poteva che essere il riscatto di Napoli. Una squadra che non era mai riuscita a vincere e con Diego è riuscita a salire gli ultimi dieci pioli della scala. Non ha mai scelto la soluzione più comoda, ho un ricordo fortissimo del suo ultimo mondiale del ’94 quando fu trovato positivo. La Fifa aveva implorato a Maradona di partecipare a quel mondiale, lui era ingrassato 13 kg e per presentarsi ai mondiali in forma si sottopose all’uso di sostanze proibite. La Fifa lo sapeva tutto ed aveva un accordo con lui, tra l’altro erano sostanze non per migliorare le prestazioni sportive ma solo per scendere di peso. Poi dopo che si lamentò per l’orario assurdo nel quale si giocavano le partite, guarda caso fu trovato positivo all’antidoping".