Del Genio: “Calata l’intensità del Cagliari, devi chiuderla! Perché non Ostigard al centro?”

Il giornalista Paolo Del Genio ha commentato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli il pareggio del Napoli col Cagliari.
25.02.2024 21:15 di Antonio Noto Twitter:    vedi letture
Del Genio: “Calata l’intensità del Cagliari, devi chiuderla! Perché non Ostigard al centro?”

Il giornalista Paolo Del Genio ha commentato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli il pareggio del Napoli col Cagliari: "Faccio fatica a fare, come spesso faccio, analisi tecnico-tattiche. Che vi posso dire sulla gara di oggi, che è stata una battaglia, il Cagliari l’ha messa su quel piano. Il Napoli ha sofferto molto nel primo tempo, nel secondo tempo è chiaro che è calata molto l’intensità del Cagliari, il Napoli è venuto fuori. L’ha sbloccata con quella bella giocata di Raspadori per Osimhen, e poi la deve chiudere. Una grande squadra la deve chiudere, sono gravi gli errori di passaggio, di appoggio, di conclusione nelle varie ripartenze che abbiamo avuto per chiuderla. Però anche se non abbiamo fatto il 2-0 staremmo qui a dire che si doveva fare, abbiamo sofferto fino alla fine, ma sofferto che? Loro buttava la palla lunga che era facilissima da gestire ed infatti l’abbiamo gestista senza particolari ansie nel corso del finale della gara. Dopo il vantaggio di Osimhen io non ricordo occasioni da gol per il Cagliari. Sull’ultima palla della disperazione, buttata in avanti dal Cagliari, Juan Jesus non si è capito bene cosa ha fatto. Non se stava bene, sentivamo che forse doveva uscire lui, non era al 100%.

Certo che in campo c’era Ostigard, che era entrato per fare l’esterno destro e le stava prendendo tutte lui di testa. Mi viene da pensare che metterlo centrale nei minuti finali, ipotizzando che loro buttavano queste palle lunghe, poteva essere una mossa. Possiamo dire che c’è stato un piccolo errore di Calzona, che però non c’entra nulla, sono i giocatori che si devono prendere le loro responsabilità. Calzona non c’entra nulla con l’errore di Politano, con quello forse di Simeone di non darla. Però lì questa piccola mossa ci poteva salvare, invece Ostigard è entrato al posto di Mazzocchi e non di Juan Jesus, che se non stava bene l’errore di averlo lasciato in campo è grave, se stava bene l’allenatore c’entra molto meno, l’errore è di Juan Jesus. Però possiamo fare ogni partita la caccia al colpevole, individuare quel giocatore o quell’altro come responsabile, iniziare i processi ai singoli giocatori, la verità è che questa squadra è al suo terzo allenatore. La mia opinione non cambia sui primi due, che hanno fatto molto male, su Calzona non c’è da dare nessun giudizio oggi, è troppo presto. Adesso queste ultime partite ci serviranno per capire quanti giocatori meritano di vestire ancora la maglia del Napoli, secondo me non molti”.