Iannicelli: "Vittoria per chi insulta ADL e vaneggia sceicchi che non ci sono, l'A16 prendetevela voi!"

Nel corso di Canale 21, il giornalista Peppe Iannicelli ha parlato della vittoria degli azzurri contro la Juventus
27.01.2020 16:30 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Iannicelli: "Vittoria per chi insulta ADL e vaneggia sceicchi che non ci sono, l'A16 prendetevela voi!"

Nel corso di Canale 21, il giornalista Peppe Iannicelli ha parlato della vittoria degli azzurri contro la Juventus: "La squadra inizia a restituire il debito di credibilità degli ultimi mesi. Questa squadra può aver sbagliato qualcosa, come l'allenatore o la società, ma ha un valore ed è stata costruita per essere almeno da podio del campionato, non a caso ha battuto Lazio e Juve, le squadre più in forma del campionato. Ora è il momento della gioia dopo l'impresa, ma resta l'amarezza perché non si può passare dalla batosta vergognosa con la Fiorentina a questa sera e molti giocatori devono farsi un'esame di coscienza.

La partita dimostra che la squadra ha enormi qualità, è forte, dopo un mercato valutato da tutti in modo positivo e che è da almeno terzo posto. Poi con Ancelotti è scaturita questa situazione, ma chiunque da marte ha assistito alla partita ha visto due squadre alla pari. Non mi tolgo dalla testa che ad un certo punto qualcuno, più di uno, nel gruppo ha dimenticato cosa significa essere un giocatore ed un giocatore da Napoli. Non batti Lazio e Juve se non hai delle qualità che poi dimentichi con Genoa, Fiorentina e Sassuolo il primo tempo ecc. Ora bisogna ripartire per la Coppa Italia, obiettivo importante, risalire in campionato ma non so fino a quale posizione, ma voglio rispondere a quelli che invocavano la cessione del club, insultavano ADL in ogni modo, ma la A16 dovete imboccarla voi, siete tutt'altro che tifosi del Napoli se vaneggiate sceicchi che non ci sono contro un presidente che costruisce una squadra forte che poi può avverte dei problemi ma che ha battuto con merito la capolista. Merita rispetto, ma gli insulti e le insinuazioni vergognose sono immeritate"