Lucchesi: "Scelta dell'allenatore complicata, Spalletti è stato bravo non solo come tattico"

"Inoltre dovrà essere scelto un allenatore che va d’accordo con De Laurentiis, perchè la sintonia tra presidente e allenatore è fondamentale".
07.06.2023 22:10 di Antonio Noto Twitter:    vedi letture
Lucchesi: "Scelta dell'allenatore complicata, Spalletti è stato bravo non solo come tattico"
TuttoNapoli.net
© foto di Federico De Luca

Fabrizio Lucchesi, dirigente e consulente di mercato, è intervenuto a Radio Marte nel corso di 'Marte Sport Live': “L’addio di Spalletti? Per come è andata è stata probabilmente la soluzione migliore, difficile da prendere ma se i rapporti arrivano ad un certo punto è meglio chiudere, altrimenti si andrebbe a rovinare anche quello di irripetibile che è accaduto. Spalletti farà un anno sabbatico e troverà un altro progetto interessante, magari la Nazionale, per esprimere il suo grande valore.

Italiano e Milenkovic per Spalletti e Kim? Beh, cambierebbero gli interpreti. In ogni caso la scelta dell’allenatore è complicata e molto delicata, perché deve essere funzionale alla società, ai calciatori e ovviamente anche al tipo di calcio sin qui espresso dal Napoli. Alla fine, poi, la differenza la faranno gli interpreti in campo. Spalletti è stato bravo non solo come tattico ma come gestore di uomini e di spogliatoi, perchè la gestione fa più punti della sommatoria dei valori tecnici. I punti sono il risultato della gestione dei momenti di difficoltà, la capacità di sfruttare le doti dei calciatori, dal punto di vista tattico e umano, è uno dei segreti del successo di un allenatore e quindi di un club. Inoltre dovrà essere scelto un allenatore che va d’accordo con De Laurentiis, perchè la sintonia tra presidente e allenatore è fondamentale. L’importante è che ci sia chimica tra proprietà ed area tecnica per produrre risultati”.