Palmeri: "Mamma mia che Gattuso! Ha battuto le prime 3 in Italia e pareggiato col Barça"

Tancredi Palmeri, giornalista, ha elogiato il Napoli nel suo editoriale per TMW
26.02.2020 22:50 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Palmeri: "Mamma mia che Gattuso! Ha battuto le prime 3 in Italia e pareggiato col Barça"

Tancredi Palmeri, giornalista, ha elogiato il Napoli nel suo editoriale per TMW: "Mamma mia, Rino Gattuso. Magari il suo calcio non lascerà tracce per le novità, ma nessuno può dire che non sappia rendersi conto della situazione e fare di necessità virtù. La tensione bassa a Napoli e i disastri psicofisici non gli consentivano di imporre assalti al fortino, e allora lui ha cambiato la visione dal mondo ed è partito con l’idea di difenderlo prima il fortino. E guardate che cosa diavolo ha fatto: ha battuto tutte le prime tre della Serie A, Juventus, Lazio e Inter. E come se non bastasse ha pareggiato con il Barcellona, e facendolo uscendo con i rimorsi per quello che poteva essere e non è stato. Il Napoli ha fatto l’unica partita possibile che poteva fare: non scoprire il fianco, tenere le linee strette, non lasciare spiragli al palleggio negli ultimi 30 metri ed essere coraggioso nel contropiede (non è una parolaccia), avendo velocità d’occhio e di cambio palla. Il Barcellona prima o poi sarebbe tornato nel 2° Tempo, e anche così addirittura il Napoli ha sprecato due occasioni con palla solo da spingere. E per sopravvivere così ci vuole una grande solidità mentale. E di questo, ripetuto nelle partite più difficile, è merito solo di Gattuso. Prima della partita, ho incrociato Messi e con il rischio di pigliarmi uno schiaffo morale gli ho detto mentre camminava negli spogliatoi: “Benvenuto alla casa del padre”. Lui mi ha guardato e sorriso (trovate il video sul mio account twitter), io ho incassato la trovata e evitato il linciaggio mediatico della sua vasta fandom per il mondo, e lui ancora una volta ha dimostrato di essere nu bravo guaglione. Detto ciò, chissà che veramente non abbia sentito l’occasione: perché solo al rientro in campo ha tirato fuori un’imbucata e una scorribanda che hanno onorato la presenza nell’aria di Diego. Tutti soddisfatti. Se non ci fossero i 90 minuti nello sbriciolaossa del Camp Nou".