Venerato, Rai: "7+ al mercato del Napoli. Milik sognava la Juve, l'Everton non l'ha voluto per un motivo"

Nel corso di Radio Goal in diretta su Kiss Kiss Napoli è intervenuto il giornalista Rai Ciro Venerato, che ha analizzato il mercato azzurro.
06.10.2020 22:40 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca
Venerato, Rai: "7+ al mercato del Napoli. Milik sognava la Juve, l'Everton non l'ha voluto per un motivo"

Nel corso di Radio Goal in diretta su Kiss Kiss Napoli è intervenuto il giornalista Rai Ciro Venerato, che ha analizzato il mercato azzurro: "Giudico positivamente il mercato del Napoli. Credo che Osimhen sia stato il colpo dell’estate, perché è potenziale un fuoriclasse; poi Bakayoko è il mediano che serviva. Il mio voto è 7 tendente al 7+, c’è stata la mancanza dell'acquisto del terzino sinistro, si voleva sostituire Ghoulam e non si è riusciti. Però bisogna dire che su quella fascia c’è Maro Rui e Hysaj che si può adattare. Anche sull'esterno alto a destra poteva essere fatto qualcosa, manca un calciatore con le caratteristiche di Callejon, erano stati individuati Boga e Under, ma in passato abbiamo spiegato perché non sono arrivati.

Karbownik? Il Napoli lo aveva definito ai primi di agosto chiedendo al Legia Varsavia di aspettare fino al 20 settembre. Il club azzurro sperava di cedere Ghoulam per quella data, ma il Brighton ha sbaragliato la concorrenza del Napoli. Il club inglese ha offerto al calciatore il triplo di quanto offerto da Giuntoli, 1,5mln contro i 500mila euro.

Milik? Sognava la Juve, ma aveva aperto alla Roma. Poi i giallorossi hanno mescolato le carte e nel frattempo il polacco ha rotto con ADL per via delle multe sui diritti d’immagine. Offerta viola? L'offerta per l'ingaggio era di 4mln più bonus, ma fondamentalmente il giocatore non era convinto della Fiorentina, voleva un club più importante. Credo che aspirasse all’Everton, al Psg o all’Atletico Madrid. L’Everton però voleva un contropiedista e non uno dalle caratteristiche di Milik. Ancelotti lo aveva comunicato ad un membro dell’entourage del polacco".