Tmw - Sospensione stipendi e cassa integrazione per i calciatori: il punto

Sarebbe questo il contenuto arrivato all'ANSA di un colloquio arrivato tra la Lega e l'Associazione Calciatori.
27.03.2020 19:50 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Fonte: Tuttomercatoweb.com
© foto di Luca Tumminello
Tmw - Sospensione stipendi e cassa integrazione per i calciatori: il punto

"Entro lunedì vi faremo avere il piano collettivo per gli stipendi". Sarebbe questo il contenuto arrivato all'ANSA di un colloquio arrivato tra la Lega e l'Associazione Calciatori. Una questione che sembra per il momento aver lasciato perplessa la controparte. Sul tavolo ci sarebbe una proposta di sospensione di stipendi ma questa è già arrivata in prima battuta due settimane fa e da parte del Sindacato la posizione è chiara: perché proporla adesso? I primi controlli sul mese di marzo avverranno a fine maggio ed un'eventuale proposta pregresse potrebbe relativa a mensilità pre-emergenza che l'AIC non considererebbe.

PROPOSTA JUVE - Quella arrivata oggi a mezzo stampa da parte del club bianconero ai giocatori sarebbe l'eventuale proposta più in linea con potenziali accordi futuri. Una base di partenza di due mensilità di stop per arrivare a un accordo sul mese-mese e mezzo in caso di mancata ripartenza del campionato. Dall'altra parte, se i campionati dovessero riprendere il via, allora difficilmente potrebbe andare oltre al mese.

CASSA INTEGRAZIONE - Altra questione sul tavolo di discussione. La proposta dei club all'Assocalciatori è quella di includere i giocatori con stipendi di non più di 50mila euro lordi. A questi arriverebbero assegni massimali INPS da 1000 euro al mese. Questo provvedimento porterebbe a godere dell'istituto cassa integrativo circa il 70-75% dei calciatori di Serie C secondo le prime stime. Una proposta che non soddisfa l'AIC che chiede al sistema calcio un ulteriore fondo integrativo di solidarietà, come accade in Spagna dove la Federazione ha inserito nel movimento 500 milioni di euro o come in Germania, dove le big tedesche si sono tassate di 20 milioni per supportare i club più piccoli.