De Giovanni sui cori anti-Napoli dei salernitani: "Espressione provinciale di incompiutezza e inferiorità"

"Quei cori contro Napoli, lo diciamo con forza, sono espressione di un provinciale e poco intelligente senso di incompiutezza e di inferiorità".
12.05.2021 10:30 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
De Giovanni sui cori anti-Napoli dei salernitani: "Espressione provinciale di incompiutezza e inferiorità"

"Quei cori contro Napoli, lo diciamo con forza, sono espressione di un provinciale e poco intelligente senso di incompiutezza e di inferiorità". Scrive così Maurizio De Giovanni in un editoriale presente sull'edizione odierna del Corriere del Mezzogiorno, con lo scrittore che analizza i cori contro i napoletani intonati dai tifosi della Salernitana nei festeggiamenti per la promozione in Serie A: "Siamo la stessa terra e condividiamo lo stesso mare, abbiamo la stessa storia e ci lega la stessa cultura. Se anche volessimo parlare solo di calcio, su 116 scudetti assegnati soltanto due, al massimo tre, sono stati vinti sotto Roma: non ci pare plausibile una rivalità così profonda da essere ricordata nei cori di un raro momento di vincente felicità, quando l’unico atteggiamento produttivo dovrebbe essere un senso di vicinanza e di comunità di intenti.

Siamo sicuri che quelli che saltavano come da coro non siano, per la maggior parte, alfabetizzati e che quindi non possano leggere queste righe. Ove non fosse così, gli diremmo: godetevi il momento, invece. E mettete un po’ di impegno a individuare meglio i vostri avversari, perché a quanto pare in questo non siete tanto bravi. Proprio no".