Le pagelle del Liverpool - Lovren alla van Dijk, Salah è ingabbiato

Le pagelle dei Reds dopo il pareggio per 1-1 col Napoli ad Anfield
28.11.2019 01:03 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Le pagelle del Liverpool - Lovren alla van Dijk, Salah è ingabbiato

Alisson 6 - Può poco o nulla sul diagonale perfetto di Mertens. Attento nelle uscite e a tutte le deviazioni nella sua area di rigore.

Gomez 5 - Quella volta, quell'unica volta che ferma Zielinski, fa notizia. Perché per il resto soffre, essendo un terzino adattato, ma è incoraggiante il supporto in fase offensiva.

Lovren 7 - Più lui che il collega (più forte) stavolta a tenere su la baracca. Sempre ben posizionato, ha poi il merito di pareggiare con un bel colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo.

Van Dijk 5,5 - Non ha chissà quali difficoltà perché il Napoli rinuncia spesso all'attacco, ma la macchia sta nel contatto con Mertens che porta al gol del Napoli: chiede il fallo, ma non c'è.

Robertson 5,5 - Molto nervoso fin dai primi minuti di gioco, commette tanti falli e viene graziato dall'arbitro fino al 90' praticamente. Gioca con un problema alla caviglia e forse ne risente.

Henderson 6 - Alla partita numero 150 prova a suonare la carica, come al solito. Qualche buona rifinitura, ma spesso anche lui ingabbiato.

Fabinho 6 - Solo venti minuti in campo, poi si fa male ed è costretto ad uscire, quando la gara ancora non è entrata nel vivo. Dal 19' Wijnaldum 6 - Si mette a gestire il possesso con intelligenza, oggi fa il metronomo in mediana.

Milner 6 - Come al solito non si risparmia e corre per due, forse anche per tre. Ci mette fisico e grinta nel cuore del centrocampo. Dal 78' Alexander-Arnold s.v.

Salah 5 - Evanescente, stretto nella morsa dell'organizzazione difensiva napoletana. Non è il solito Salah, reduce anche da un problema fisico, e si vede dai guizzi che tutti s'aspettavano e non sono arrivati.

Firmino 6,5 - Due giocate su tutte, entrambe col tacco, fanno capire che non è un giocatore normale. Rifinisce al meglio, come sempre, nelle strette maglie azzurre.

Mané 6 - Tra i più intraprendenti là davanti, ingaggia spesso il duello con Maksimovic e prova a sfruttare la sua velocità. Sufficiente, nulla di più.