ESCLUSIVA - Ag. Gaetano: "Esordio ci poteva stare, per Ancelotti è pronto per giocare! Cresce coi campioni e aspetta. Sul ruolo..."

01.04.2019 19:19 di Pierpaolo Matrone Twitter:    Vedi letture
© foto di Insidefoto/Image Sport
ESCLUSIVA - Ag. Gaetano: "Esordio ci poteva stare, per Ancelotti è pronto per giocare! Cresce coi campioni e aspetta. Sul ruolo..."

(di Pierpaolo Matrone) - Roma-Napoli sarebbe potuta diventare una partita storica per un azzurro che qualcuno già considera un predestinato. Gianluca Gaetano, classe 2000, magie su magie in Primavera già a curriculum, sedeva lì in panchina, all'Olimpico, e sperava di coronare quel sogno che chiunque abbia toccato almeno una volta un pallone nella vita ha tenuto un cassetto: l'esordio in Serie A. A seguirlo in prima persona, dagli spalti dell'Olimpico, c'era anche l'Avvocato Giulio Dini, il suo procuratore, che non ha potuto festeggiare il debutto del suo assistito, ma s'è goduto comunque un bello spettacolo: "Sì, ieri ero all'Olimpico e ho visto un Napoli che sta facendo molto bene, che ha creato un bel clima nell'ambiente. Si vede che la squadra ha piacere nel lavorare, condivide il metodo di lavoro del mister. Tutti sono coinvolti e questa è una gran cosa".

Che partita ha visto? "Al di là della difficilissima situazione della Roma, il Napoli ha mostrato grande sicurezza e consapevolezza. Fermo restando che è mancato il colpo del k.o. nel primo tempo e questa è una piccola nota stonata, sottolineata anche dallo stesso Ancelotti".

La sua presenza all'Olimpico c'entra, tra le altre cose, con la presenza di Gaetano in panchina. "Mi capita di seguire il Napoli, ma è chiaro che questo era un motivo in più. L'esordio ci poteva anche stare. Ora si continua a lavorare con la stessa dedizione per cogliere le opportunità che verranno”.

E Gaetano, per caratteristiche, non sarebbe potuto entrare al posto di Verdi? Qual è il ruolo più congeniale in questo Napoli? "In questo momento penso che Gianluca sia un giocatore d'attacco, e qui mi fermo: prima o seconda punta vedremo, ma un giocatore d'attacco. Vedremo se nella crescita professionale e, se vogliamo, anche atletica potrà rivestire un ruolo diverso. C'è chi lo vede in prospettiva come una mezzala, certo mantenendo doti di conclusione e inserimento, oltre ai calci piazzati".

Ora, da qui a fine campionato, ovvio che spererà nel debutto. "Gaetano s'è messo totalmente a disposizione. Ha l'opportunità sicuramente per meriti sul campo di crescere con la prima squadra. Da questa esperienza sta acquisendo tutto il buono che si può acquisire. Nella sua totale disponibilità aspetta che il mister ritenga che sia giunto il momento di buttarlo dentro".

Vista la situazione in campionato e la priorità Europa League, è possibile che trovi spazio in queste ultime giornate. "Ho sentito dire al mister in conferenza stampa che Gaetano può essere impiegato. Se lo dice Ancelotti, credo proprio che lo consideri pronto. Anche perché questa è una squadra che ha tanti campioni e tutti con tanto entusiasmo e voglia di giocare. In una squadra così non vai in panchina per riscuotere un premio. Se ci vai è perché il mister ritiene che tu possa essere utile e possa giocare. E questa è già un'ottima partenza".