ESCLUSIVA - Ag. Malcuit: "Ci sono richieste, ma vuole restare! Prima vediamo cosa cambia sulla fascia..."

I numeri della prima stagione di Kevin Malcuit al Napoli sono piuttosto positivi. E il futuro? Ancora azzurro, o almeno così pare.
27.05.2019 18:25 di Pierpaolo Matrone Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
ESCLUSIVA - Ag. Malcuit: "Ci sono richieste, ma vuole restare! Prima vediamo cosa cambia sulla fascia..."

Ventisette presenze, quasi duemila minuti collezionati, quattro assist e un'importanza all'interno della squadra che è cresciuta sempre più. I numeri - e non solo - della prima stagione di Kevin Malcuit al Napoli sono piuttosto positivi, a maggior ragione se ripensiamo al motivo per cui era stato acquistato dal Lille. Vice-Hysaj inizialmente, ben presto diventato co-titolare, come le statistiche confermano.

Indice di una crescita costante, certo fermata da un calo fisiologico a metà stagione che può starci, segnale di una grande capacità d'adattamento del terzino francese. Che voto dare alla sua annata? Oltre la sufficienza, è chiaro. E il futuro? Ancora azzurro, o almeno così pare. Tematiche differenti, trattate dal suo agente Bruno Satin, intervenuto al microfono di Tuttonapoli.net.

Siete soddisfatti di questo primo anno italiano? "Quella di Malcuit è stata una stagione molto positiva. E' arrivato in un altro livello, un'altra realtà, ma si è ambientato subito bene, si è adattato al calcio italiano ed è stato immediatamente bene sia con la società che con i compagni. Ha la fortuna di lavorare con un allenatore di grandissimo livello, con tanta esperienza. Devo dire che ha aiutato molto anche il fatto che sia Carlo che Davide Ancelotti parlino bene il francese, almeno all'inizio questo è stato importante, ma ora Kevin sta migliorando anche con l'italiano".

Campionato da 7 in pagella? "E' arrivato tra lo scetticismo generale, ma ha dimostrato di essere un calciatore da Napoli e di meritare quest'occasione, questa piazza e questo campionato".

Tanti miglioramenti soprattutto dal punto di vista difensivo. "C'erano dubbi su questo, anche perché Malcuit era preceduto dalla sua formazione. Nel senso che si tratta di un ex ala destra, ora terzino, per cui era ovvio che ci sarebbero stati tanti passi in avanti sul piano difensivo. Questo è avvenuto grazie ad Ancelotti, che l'ha fatto lavorare e migliorare. Ora è arrivato ad un buon livello".

Vista la stagione positiva, è possibile che qualcuno bussi alla porta del Napoli? "Ci sono sempre delle richieste, dei sondaggi per capire com'è la situazione. Ma il ragazzo a Napoli sta bene ed è pronto a giocare la prossima stagione. Poi è chiaro, nel calcio tutto può accadere. Prima dovremo vedere come cambieranno le cose sulla fascia: chi arriva, chi non rimane. Ma per il momento è un giocatore del Napoli al 100%".

In casa Napoli c'è clima di rivoluzione nel ruolo: Malcuit ne resterà fuori? "A quanto ne so io, sì. Poi improvvisamente può arrivare qualcosa che cambia le cose. In base a quanto ho sentito io nel corso delle chiacchierate con la società e con il ragazzo, posso dire che a luglio lo rivedremo a Dimaro, tra le montagne del Trentino, per allenarsi con il Napoli".