AUDIO - Palmeri: "Erano fuori i big, ma si sottovaluta il Sassuolo: ha fatto sudare tutte le big"

L’inviato di BeIN Sports e Sportitalia ha poi toccato i temi più caldi del momento: ecco l’estratto del suo intervento, oltre al podcast completo.
02.12.2021 17:50 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    vedi letture
AUDIO - Palmeri: "Erano fuori i big, ma si sottovaluta il Sassuolo: ha fatto sudare tutte le big"
TuttoNapoli.net

“Sarebbe stato peggio solo se fosse capitata la Polonia al primo turno. Anche se avrei preferito affrontarla ma giocare in casa eventualmente la finale con il Portogallo. Il fattore campo è fondamentale”. In apertura del suo editoriale su TMW Radio, Tancredi Palmeri torna sul sorteggio per i playoff per i Mondiali. L’inviato di BeIN Sports e Sportitalia ha poi toccato i temi più caldi del momento: ecco l’estratto del suo intervento, oltre al podcast completo.

Il Napoli da 0-2 si è fatto rimontare contro il Sassuolo:
“Sono mancati gli uomini e ha sottovalutato il rientro del Sassuolo. Non pensavo che i neroverdi avessero questa reazione, anche io credevo che fosse chiusa la partita. Il Sassuolo ha battuto Juventus e Milan, ha pareggiato con il Napoli e ha fatto sudare Inter e Roma. Forse siamo noi che sottovalutiamo questa squadra”.

Finora chi ti ha deluso di più tra Sarri e Mourinho?
“Se guardo ai risultati direi nessuno dei due, forse un po’ più la Roma, che ha una rosa da quarto posto: fino a ieri era a -1. La Lazio ha una rosa da settimo posto. Poi entrambe non stanno brillando a livello di gioco: la Roma non fa mai belle partite, la Lazio invece è la più inaffidabile tra le prime in classifica. Mourinho e Sarri ti fanno fare il salto, ma non si può pretendere troppo di più”.

Le polemiche di Mourinho?
“Non ho la presunzione di suggerire niente a lui. Certe polemiche però sono utili quando già c’è la sostanza, se non ci sono i risultati diventano sterili. La Roma ha perso con il Bodo, a Venezia. Ma anche Sarri, quando ieri ha detto che la Lazio aveva perso a Napoli già nel riscaldamento, mi ha lasciato perplesso”.

Su Maignan:
“Ieri ha fatto due grandi parate. Ma domenica contro il Sassuolo non esce sull’angolo dell’autogol e non è stato perfetto su Berardi. È stato un incidente di percorso, ma lo sottolineo perché ogni volta i tifosi del Milan lo esaltano per ogni singola parata. È come se si sentono mollati dalla fidanzata (Donnarumma, ndr) e vogliono auto convincersi di stare meglio”.