Caiazza: “Sembrava un Napoli da ottavo posto e invece se arriva anche Navas…”

"Bisogna allargare il carro e capire se c’è lo spazio dove salire".
19.08.2022 21:50 di Antonio Noto Twitter:    vedi letture
Caiazza: “Sembrava un Napoli da ottavo posto e invece se arriva anche Navas…”

Salvatore Caiazza, capo dei servizi sportivi de Il Roma, è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli: "Bisogna allargare il carro e capire se c’è lo spazio dove salire. Sembrava che questo Napoli dovesse essere da settimo-ottavo posto e che De Laurentiis non volesse spendere. Invece finora è stato l’unico presidente a spendere davvero in Serie A. Si era partiti con il mancato arrivo di Dybala, che aveva preferito la Roma senza Champions al Napoli. L’argentino era un po’ quella voglia in più per creare l’empatia con il popolo napoletano da parte di De Laurentiis, poi però bisognava vederlo in campo.

Raspadori, Ndombele e Simeone sono tutti giocatori giovani, questa è una politica importante che non porta alla vittoria, ma fa pensare alla programmazione. E’ anche una rivincita di Giuntoli, un po’ bacchettato da tutti noi dopo la conferenza stampa di Dimaro. Invece gli dobbiamo fare i solo i complimenti. Con Ndombele e Raspadori il Napoli è forte, se arriva anche Navas diventa fortissimo! Nulla contro Meret, che in una situazione difficile ha dimostrato di essere di un professionista fino alla fine a Verona cosa che non ha fatto Fabian, ma con il portiere costaricano il livello si alza. Con la squadra che parte per Verona non puoi andare in discoteca e fumare. Mi auguro che non ci sia un Milik-bis e che possa andare a giocare al PSG e non vederlo un anno in tribuna. Se il buongiorno si vede dal mattino, iniziare con un 5-2 non è male”.