Fedele: "Ancelotti uomo solo al comando, ma il suo potere è caduto"

Il procuratore Enrico Fedele è intervenuto in diretta a Radio Sportiva per parlare del momento del Napoli.
11.11.2019 13:50 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Fedele: "Ancelotti uomo solo al comando, ma il suo potere è caduto"

Il procuratore Enrico Fedele è intervenuto in diretta a Radio Sportiva per parlare del momento del Napoli.

Sul ritiro"Mai vista una cosa così allucinante in 50 anni di calcio. De Laurentiis ha fatto un proclama elettorale, poi ci sono le corresponsabilità: Ancelotti che ha detto che non era d'accordo e la squadra che per questo ha fatto gruppo e ha deciso di non andare in ritiro. Il presidente ha fatto un'accusa precisa all'allenatore, i ragazzi si sono sentiti offesi, è venuto il figlio nello spogliatoio ed è successo quello che è successo. L'allenatore adesso è un uomo solo al comando, il suo potere è caduto. Ancelotti aveva un diritto/dovere: andare dal presidente e dire che la squadra non lo segue".

Su Davide Ancelotti: "E' il primo anno che fa l'allenatore in seconda ed è bravo. Ancelotti ha sempre avuto delle persone di esperienza vicino, dai quali poteva avere dei consigli. Ora invece si è creata una situazione che se le cose vanno bene, tutti chiudono gli occhi, se le cose vanno male, servono da alibi".