Mastella su ADL: "Fa l'impossibile, ma non si può competere con la Fiat e con i fondi internazionali"

L'onorevole Clemente Mastella ha parlato ai microfoni di TeleClubItalia, nel corso della trasmissione 'Club Napoli All News'
19.02.2020 23:50 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Mastella su ADL: "Fa l'impossibile, ma non si può competere con la Fiat e con i fondi internazionali"

L'onorevole Clemente Mastella ha parlato ai microfoni di TeleClubItalia, nel corso della trasmissione 'Club Napoli All News': "Maradona al Napoli? In quell'operazione non c'era nessuno, solo Ferlaino e poi Scotti. Lui era molto più giovane, ha avuto una serie di infortuni, per come era il carattere di Diego non è che si trovava a suo agio. Messi? E' il simbolo del Barcellona, non va via, può avere frizioni con il gruppo dirigente, sono venute fuori delle cose, ma da qui a partorire la stessa idea di allora assolutamente no".

Sulla situazione in casa Napoli: "Il campionato è un sali scendi per il Napoli, è iniziato così e finirà così per gli azzurri. Ci sono state cose interessanti come la vittoria contro la Juve o l'Inter, la bella vittoria a Cagliari, ma poi anche la sconfitta contro il Lecce. Bisogna trovare una chimica particolare che al momento è venuta meno. Diversi calciatori nel Napoli sono a fine carriera, bisogna ringiovanire".

Su Gattuso. "Mi piace, era partito con una condizione catastrofica dello spogliatoio, si è visto anche con il caso Allan. Spero che anche il brasiliano possa riprendersi. Gattuso sta mettendo un po' le cose a posto. Come tutti quelli che sono stati grandi calciatori, ha carattere, riesce a parlare ai calciatori in maniera sicura e determinata".

Un consiglio da dare a De Laurentiis. "Tutte le grandi squadre sono tenute in piedi da fondi internazionali, si pensi ad Inter o Roma, De Laurentiis rimane l'unico prodotto italiano ed è difficile competere. Il Real Madrid o Barcellona, o Manchester City, hanno tanti e tanti soldi, come fai a competere come Napoli? De Laurentiis fa il possibile ed impossibile. E' una situazione particolare, non c'è da noi quello che capita in Spagna come l'azionariato popolare. La Juve rimane perchè c'è la Fiat. Meglio di così non è possibile".