VIDEO - L'editoriale di Chiariello: "Sento puzza di bruciato, questo Napoli fa paura a tutti”

Nel corso di 'Campania Sport', il giornalista Umberto Chiariello ha parlato ai microfoni di Canale 21 nel suo consueto editoriale.
18.10.2020 23:15 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
VIDEO - L'editoriale di Chiariello: "Sento puzza di bruciato, questo Napoli fa paura a tutti”

Nel corso di 'Campania Sport', il giornalista Umberto Chiariello ha parlato ai microfoni di Canale 21 nel suo consueto editoriale: “Torniamo sulla sentenza del Giudice Sportivo Mastrandrea che ha determinato il 3-0 a tavolino contro il Napoli più la pena accessoria di un punto di penalizzazione. Non dimentichiamoci che c’è anche un secondo procedimento in corso, con la Procura Federale che ha mandato gli ispettori a Castel Volturno per accertare se è stato rispettato da parte del Napoli una non attuazione del protocollo, in questo caso potrebbero esserci anche multe. Se vediamo al campo il Napoli ha dimostrato la sua devastante forza da quando Gattuso ha avuto il coraggio di giocare con i 4 attaccanti.  La partita di ieri dà una luce diversa al tutto, di certo il Napoli non ha fatto il furbetto per non giocare a Torino. Secondo notizie che ho raccolto, il Tar non può modificare la sentenza sportiva. In quel caso il Napoli potrà solo chiedere un risarcimento di danni enorme. Per cui non sono più 5 i gradi di giudizio ma sono solo 3, tutti interni alla giurisdizione sportiva. Sandulli, giudice della Corte Federale, è  sotto attacco per alcune sue dichiarazioni estrapolate. Si parla di ricusazione del giudice che però può avvenire solo se a chiederlo sia la Juve. I bianconeri, che non si sono presentati in primo grado, se non si presenteranno anche in appello, non potranno però ricusare Sandulli. Quello in corso è un grave attacco ad una persona indipendente a far si che la sentenza di primo grado venga confermata anche in appello. Questa è unna sentenza che fa acqua da tutte le parti. Dice che non devono essere prese in considerazioni gli interventi delle Asl, ma solo il comportamento del Napoli, che aveva disdetto l’aereo il sabato e non il venerdì come hanno detto in tanti. Il Napoli aveva ancora il tempo di bloccare un charter e partire nel pomeriggio di domenica e arrivare a Torino in tempo per giocare. Cade quindi il caposaldo della sentenza di Mastrandrea che fa l’errore gravissimo di considera il chiarimento della domenica staccato dal provvedimento del sabato. Cito le parole dell’ex presidente del Consiglio Superiore della Magistratura, Verde: 'Se si ritiene che il Napoli abbia provocato il provvedimento delle Asl per non giocare la gara, ci sarebbe da dubitare dell’imparzialità del giudice'. Siccome è un giudice esperto, perché ha preso di mira il comportamento del Napoli? La risposta è che non aveva altra strada per fare il guardiano del faro e per avvisare le altre Asl di evitare di fermare il calcio. È una sentenza politica che mi sta anche bene, ma in sede di appello non regge. Ecco perché si cerca la ricusazione del giudice Sandulli, sento puzza di bruciato, perché questo Napoli fa paura a tutti