Zazzaroni: "Giocare alle 21:45 non è il massimo, ma pur di giocare andrebbero bene anche le 23!"

In diretta Radio Punto Nuovo, è intervenuto Ivan Zazzaroni, direttore Corriere dello Sport.
02.06.2020 07:15 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Zazzaroni: "Giocare alle 21:45 non è il massimo, ma pur di giocare andrebbero bene anche le 23!"

In diretta Radio Punto Nuovo, è intervenuto Ivan Zazzaroni, direttore Corriere dello Sport: “Giocare alle 21:45? Non mi piace, ma per giocare giocherei anche alle 23. È un orario che crea problemi. Tardelli? È opposizione all'AIC, ma il suo Tweet è giusto. Una volta che parte la macchina, non credo ci siano problemi.

Vincitori e vinti? I vinti, facile indicarmi. I vincitori, spero siano tanti. I padri sono Gravi a e Dal Pino, quelli che hanno insistito fino alla fine. 5 cambi? È una soluzione che può andar bene per gli incontri ravvicinati. Non ne farei una questione di piu forte, meno forte, qualità, dobbiamo ancora verificare l'impatto delle partite a porte chiuse. È chiaro che ci ha maggiore qualità, può trarre vantaggio, ma non credo sia questo che modificherà problemi tecnici.

Parole di Zangrillo? Mi auguro abbia ragione. Non si tratta di apertura politica, evidentemente è convinto di quel che dice. Dice che non ci sono più casi in terapia intensiva, ma sono 3 mesi che ci sono valutazioni contrastanti tra loro, quindi... probabilmente si potrà partire anche con un po' di persone allo stadio, ma non è l'aspetto fondamentale. L'importante è partire e finire.

Protocollo? Mancano 12 giorni, vediamo se le cose migliorano. Se sarà possibile ridurre o modificarlo, mi auguro si potrà tornare alla normalità.

Tonali? Obiettivo Inter o Juventus, non ha qualcosa contro Napoli, ma per motivi personali vuole restare lì.

Coppa Italia? Vorrei vedere una finale Juventus-Napoli".