Zoff esalta Meret: "E' già da Nazionale, il prossimo step sarà conquistare la maglia da titolare"

Il Napoli si prepara alla sfida contro il Verona. Mancano quattro giorni e riprenderà il campionato
15.10.2019 18:00 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Fonte: di Giovanni Annunziata per Il Roma
© foto di Federico De Luca
Zoff esalta Meret: "E' già da Nazionale, il prossimo step sarà conquistare la maglia da titolare"

Il Napoli si prepara alla sfida contro il Verona. Mancano quattro giorni e riprenderà il campionato, dopo questa seconda sosta per gli impegni dei giocatori con le proprie Nazionali. Servirà una buona base per ritrovare il successo e ritrovare la determinazione adatta. Una base importante si costruisce anche tramite delle garanzie ed una di queste è sicuramente Alex Meret. Il numero uno del Napoli è tra le note più positive di questo avvio di stagione. Chi può essere da esempio per lui è uno dei più grandi della storia italiana. Si tratta di Dino Zoff, che di maglie azzurre ne ha indossate due, quella della Nazionale, ma anche del Napoli, collezionando 143 presenze in cinque stagioni.

Questa sosta per le Nazionali fa bene alle squadre? «Se non ci sono incidenti particolari, non c’è nessun problema. Non cambia nulla perché i giocatori non vanno in vacanza, ma a giocare con la Nazionale. C’è sempre stato questo tipo di impegno durante la stagione, fa parte della routine annuale ed è giusto che sia così anche ora».

Il Napoli ha avuto una frenata nelle ultime sfide: a cosa è dovuta? «Credo sia solo un periodo per questa squadra. I gol all’inizio li aveva fatti, ci sono attaccanti in grado di far gol. È un momento non straordinario, ma non credo duri ancora tanto». Come si riparte adesso? «Ora serve fare esperienza dopo quanto fatto e bisogna sicuramente migliorarsi, cercando di non mollare nulla dando il massimo in ogni impegno».

Il Verona è l’avversario ideale da affrontare ora? «Arriva nel momento giusto, perché da qui bisogna ripartire. Il Napoli ha bisogno di rilanciarsi e l’avversario è sicuramente abbordabile».

Da portiere, Alex Meret dove può arrivare? «Senza dubbio in Nazionale c’è già. Ora il prossimo step deve essere quello di giocarsi il posto da titolare e riuscire a guadagnare la maglia da titolare».

C’è tanta distanza tra lui e Donnarumma? «Ci troviamo di fronte due ottimi portieri, giovani e con tante possibilità di migliorare. Chi crescerà di più, avrà una certa costanza, otterrà il posto di primo portiere».

È cambiata la scuola portieri in Italia? «Credo che non possiamo considerare più la scuola di oggi come quella di una volta. Questo perché prima non c’erano i portieri stranieri, mentre ora con la globalizzazione arrivano portieri bravi da ogni parte. Quindi qualche posto in meno c’è. Attualmente abbiamo comunque dei portieri importanti. Viene da pensare in primis proprio ai giovani Donnarumma e Meret, pronti e forti. Siamo a posto per tanti anni».

Lotta Juve-Napoli-Inter: come può andare a finire? «I favori del pronostico sono a favore della Juve perché ha una rosa stratosferica. Però le altre certamente devono fare il possibile per andare a giocarsela. Solo così potremo vedere una sfida avvincente fino alla fine del campionato».