Zoff sullo scudetto: "Inter più attrezzata, spero passi momento negativo per il Napoli"

"Difesa a zona? Per me dipende sempre dagli uomini, non chiedevo mai ad attaccanti o centrocampisti di marcare, sono abituati diversamente".

07.12.2021 21:20 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    vedi letture
Zoff sullo scudetto: "Inter più attrezzata, spero passi momento negativo per il Napoli"
TuttoNapoli.net
© foto di Lorenzo Marucci

Dino Zoff, ex portiere del Napoli, è intervenuto ai microfoni de "I Tirapietre", sulle frequenze di Radio Amore Campania: "Marcature sui calci da fermo? Quando giocavo non volevo nessuno dietro di me, se non in azioni saltuarie quando veniva qualcuno in contropiede. Non volevo mai nessuno perché ti salvano un gol e poi ne prendi quattro. Ora c'è la moda di non mettere nessun uomo sul palo quando c'è corner, poi diventa un disastro.

Difesa a zona? Per me dipende sempre dagli uomini, non chiedevo mai ad attaccanti o centrocampisti di marcare, sono abituati diversamente.

Nazionale? Abbiamo fatto un grande Europeo, abbiamo vinto. Adesso abbiamo l'occasione di qualificarci al Mondiale, sono fiducioso. Siamo sempre la Nazionale Campione d'Europa, il pronostico è dalla nostra parte, almeno quello. Però è da giocare sicuramente".

Immobile decisivo con la Lazio e non in Nazionale? Non sono d'accordo, ha vinto pure lui l'Europeo, altrimenti sembra che era in prestito. Qualche volta anche il modulo l'ha affossato, Ciro per me è sottovalutato mediaticamente, è un po' una cattiveria; i numeri sono numeri e sono tutti dalla sua parte".

Ricordo di Maradona a Spagna 1982? In quel Mondiale era un ragazzino, era all'inizio della sua carriera sul piano internazionale, sentiva il peso. In generale Diego è il calcio, è un artista assoluto. Importante come uomo e come arte del calcio. I napoletani hanno goduto delle sue giocate per sette anni, guardare il calcio adesso è molto dura.

Scudetto? L'Inter è la più attrezzata, poi c'è il Milan, l'Atalanta e il Napoli. Spero che passi questo momento negativo per i partenopei".