Sosta in soccorso, poi altro tour de force: sarà l'ultima chance di Ancelotti

La svolta nella gara col Genoa non è arrivata. Neanche quanto accaduto dopo il Salisburgo, o le contestazioni in città ed allo stadio
11.11.2019 16:50 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Sosta in soccorso, poi altro tour de force: sarà l'ultima chance di Ancelotti

La svolta nella gara col Genoa non è arrivata. Neanche quanto accaduto dopo il Salisburgo, o le contestazioni in città ed allo stadio, hanno portato ad una scossa nel gruppo sul piano dell'atteggiamento e soltanto la sosta ha interrotto questa crisi verticale di risultati, ma anche di gioco con l'ultima uscita che è stata anche la più deludente con un peggioramento progressivo. In questo senso la pausa per le nazionali sembra essere arrivata in soccorso, ma Carlo Ancelotti da domani - alla ripresa della preparazione - dovrà rinunciare a 12 elementi per preparare le gare decisive, a questo punto anche per il suo futuro, per l'inizio del prossimo tour de force che partirà affrontando il suo passato, il Milan.

Ancelotti proverà a sfruttare la sosta innanzitutto per resettare tutto dal punto di vista mentale, vista la poca serenità ed il clima di tensione dell'ultima uscita. La necessità è però di trovare una condizione migliore da parte di alcuni elementi, a partire da Hirving Lozano che potrà lavorare per due settimane e inserirsi pienamente in gruppo, visto che è rientrato tra i big risparmiati dal Ct Martino. Fondamentale il recupero dall'infortunio di Arek Milik, out nell'ultimo match col Genoa ed in questo momento imprescindibile per avere un minimo di continuità realizzativa (è autore di 5 dei 6 gol azzurri nelle ultime 6 di campionato), ma anche quello di Kostas Manolas che potrà superare quest'infrazione alle ossa del costato che non gli ha permesso finora di allenarsi al meglio per problemi di respirazione. Stesso discorso per Mario Rui, rientrato nelle ultime settimane dopo lo stop muscolare, ma apparso tutt'altro che pronto ed Allan, elemento fondamentale a centrocampo, che alla ripresa dovrebbe già essere pronto per unirsi alla squadra.