RILEGGI LIVE - Ufficiale: respinto il ricorso di Koulibaly! Il difensore salterà la Lazio, il legale azzurro: "Delusione e profonda ingiustizia!"

premi F5 per aggiornare la pagina e seguire il live
18.01.2019 19:23 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
RILEGGI LIVE - Ufficiale: respinto il ricorso di Koulibaly! Il difensore salterà la Lazio, il legale azzurro: "Delusione e profonda ingiustizia!"

Premi F5 per aggiornare la pagina e seguire il live

 

19.30 - Luigi De Magistris, sindaco di Napoli, è intervenuto a Kiss Kiss Napoli: "Koulibaly è stato condizionato da una ingiustizia che accadeva sugli spalti. La squalifica ridotta poteva essere un segnale distensivo. Questo è un tema in cui le opinioni possono anche essere differenti. Viceversa, non sono d'accordo sulla divergenza di opinioni sul sospendere una partita in caso di cori razzisti come accaduto a Milano". 

19.20 - "C'è un'assoluta delusione e un senso di profonda ingiustizia". Parola di Mattia Grassani, legale del Napoli che ai microfoni di Sky Sport 24 ha commentato la decisione della Corte D'Appello FIGC che ha respinto il ricorso contro la squalifica di Kalidou Koulibaly: "Credevamo fermamente che gli argomenti, la presenza personale del presidente e del giocatore potessero indurre a utilizzare lo stesso metro impiegato per Muntari e soprattutto ad avere la forma di dare definitivamente un calcio al razzismo, un calcio alla discriminazione per il colore della pelle. In realtà non è avvenuto, oggi ci sentiamo un po' tutti Koulibaly, è un grande uomo oltre che un grande atleta".

18.51 - Ora è davvero ufficiale: è stato respinto il ricorso del Napoli per la squalifica di due giornate di Kalidou Koulibaly dopo il rosso di Milano dello scorso 26 dicembre. Con un comunicato ufficiale la Corte Sportiva d'Appello Nazionale respinge il ricorso e così il difensore sarà costretto a saltare anche la sfida di domenica contro la Lazio. 

17.30 - In attesa di comunicazioni ufficiali, la conferma arriva anche dalla redazione di Sky Sport: nessuno sconto per Kalidou Koulibaly, che dunque dovrà scontare anche la seconda giornata di squalifica rimediata per l'espulsione di San Siro, saltando la partita di domenica 20 gennaio contro la Lazio. Ricorso respinto. "La presenza di De Laurentiis a Roma - si legge - non è servita per arrivare all'esito sperato"

15.55 - Ricorso respinto! Secondo Sportmediaset nulla da fare, Koulibaly salterà anche la sfida con la Lazio. 

15.00 - "Dalle notizie in nostro possesso pare che il ricorso sia stato respinto al 99%. Non trapelano buone notizie". Questo quanto spiegano i colleghi di Kiss Kiss Napoli sul verdetto legato alla squalifica di due giornate a Kalidou Koulibaly. Siamo in attesa di comunicazioni ufficiali che arriveranno a breve. 

14.50 - Secondo quanto riferito da Repubblica, pare che il ricorso sia stato respinto: si va infatti verso la conferma di due giornate di squalifica.

14.40 - "Aspettiamo il verdetto, siamo fiduciosi". Questa l'unica dichiarazione riferita a Sky da parte dell'avvocato Mattia Grassani, all'uscita dalla Corte d'appello federale.

14.30 - Francesco Modugno, giornalista Sky, è intervenuto a Kiss Kiss Napoli: "Da quello che trapela, il verdetto per Koulibaly dovrebbe arrivare intorno alle 16.30. Aspettiamo speranzosi. Parliamo del difensore più forte al mondo, la sua presenza con la Lazio sarebbe importantissima".

14.23 - Dovrebbe essersi conclusa l'udienza alla corte d'appello per il ricorso sulla squalifica di Koulibaly. Secondo Kiss Kiss Napoli il presidente De Laurentiis è uscito sorridente con Koulibaly ma non ha rilasciato alcuna dichiarazioni. Seguiranno aggiornamenti a breve. 

13.25 - L'esito del ricorso è previsto entro le 16, tramite un comunicato diffuso sul sito della Figc.

13.13 - Arrivati alla Corte d'appello federale Koulibaly, ADL, l'avvocato Grassani ed il resp. comunicazione Lombardo

13.00 - A breve è previsto l'arrivo di Koulibaly e ADL.

12.40 "La gara andava interrotta ai primi buu razzisti a Koulibaly, ma l’arbitro è andato avanti e ha aggravato la tensione del giocatore, poi è sfociata nel gesto che ha portato al cartellino rosso. Il gesto va sicuramente censurato, ma l’atteggiamento di Koulibaly non era provocatorio. Il suo è stato uno sfogo liberatorio, come se volesse dire "io vengo ammonito, ma intanto continuano ad offendermi". È ingeneroso pensare che Koulibaly abbia avuto questo comportamento solo per l’ammonizione, tra l’altro giusta". Lo ha detto, in un'intervista concessa all'edizione odierna di "Repubblica" l'avvocato del Napoli Mattia Grassani che oggi, insieme con Koulibaly e De Laurentiis, si recherà davanti alla Corte sportiva d'Appello per chiedere l'annullamento della seconda giornata di squalifica al difensore.  "Il Napoli - ha detto ancora Grassani - ha chiesto svariate volte l'interruzione della partita già nel primo tempo. Lo hanno fatto dalla panchina e lo stesso Koulibaly si è rivolto all’arbitro perché la situazione era insostenibile. Mazzoleni, però, si è trincerato dietro formalismi dicendo che la richiesta doveva arrivare dal capitano. Ma non è così. Possono farlo anche gli altri giocatori. Facciamo il caso di un capitano che magari non parla correttamente l’italiano e allora tocca ai compagni rivolgersi all’arbitro. Mazzoleni ha ignorato ogni richiesta". 

12.30 - La difesa si baserà anche sulla mancata interruzione momentanea dell'arbitro Mazzoleni - nonostante i tre annunci fatti regolarmente a San Siro - e Koulibaly nel suo intervento collegherà il suo applauso alla situazione, avallata dall'arbitro, e non semplicemente al giallo ricevuto. Non è escluso che il Napoli possa presentare anche il comunicato Uefa-Fifa che ha evidenziato le mancanze di quella sera, la mancata tutela del giocatore violando il protocollo accettato dalla federazione italiana. Trapela, inoltre, che il Napoli possa presentare anche la radiocronaca Rai in cui si sottolineano più volte i buu razzisti, la percezione della necessità di uno stop ma soprattutto Delfino e Collovati collegano subito l'applauso alla gestione superficiale della situazione.

12.25 - La sensazione è che in ballo non ci sia solo la riduzione della squalifica di due giornate - legittima considerando la prima è per la diffida ed il giallo e la seconda per il rosso per l'applauso all'arbitro - ma di dare un segnale chiaro anche sulla lotta al razzismo. A norma di regolamento infatti non c'è spazio per una riduzione, ma la tesi del legale del Napoli punta a sottolineare il clima in cui il giocatore ha disputato la gara, venendo beccato con buu razzisti ad ogni tocco di palla, soprattutto nelle sortite in uscita palla al piede, e da un numero tutt'altro che limitato di spettatori al punto da essere percepiti chiaramente dalla tv.

Amici di Tuttonapoli, benvenuti alla diretta testuale sul ricorso di Kalidou Koulibaly! Senza Allan e Insigne squalificati, Hamsik infortunato ed Albiol e Mertens ancora acciaccati ed in forte dubbio, Carlo Ancelotti spera di avere buone notizie da Roma per riavere Koulibaly e poterlo schierare contro la Lazio. Il difensore sarà infatti nella sede della Corte sportiva d'appello della Figc - insieme all'avvocato Grassani ed al presidente De Laurentiis - per portare in prima persona al presidente Sandulli ed ai giudizi la testimonianza diretta dell'esasperazione vissuta sin dai primi minuti a Milano, la sua sensibilità già dagli anni scorsi al tema del razzismo al punto che è impegnato in varie iniziative come testimonial anti-razzismo.

Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.