Spalletti in conferenza: "Ora abbiamo tutti contro! Ma cosa deve ancora dimostrare Insigne? Dispiace per Lozano"

17.10.2021 20:51 di Arturo Minervini Twitter:    vedi letture
Spalletti in conferenza: "Ora abbiamo tutti contro! Ma cosa deve ancora dimostrare Insigne? Dispiace per Lozano"
TuttoNapoli.net
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Vittoria firmata Osimhen per il Napoli, che batte il Torino con una rete del centravanti. Il tecnico del Napoli Luciano Spalletti a breve risponderà alle domande dei cronisti in conferenza stampa.

Come spiega tutte le difficoltà che vi ha creato il Torino? "Tutte le partite sono così, ci sono diversi momenti all'interno di una gara. Vincere questa partita è tanta roba, loro hanno delle caratteristiche differenti dalle nostre. Se noi siamo anche bravi ad aspettare il momento giusto e guidarla poi dove vogliamo andare, quello è un sintomo di forza e di maturità. Secondo me è stata una partita difficile, ma per quello che ho visto dalla panchina vinta anche meritatamente". Ora arriva la Roma alla prossima... "È una partita interessante. Vincendo questa li abbiamo ulteriormente motivati, ora li hai tutti contro, funziona così. Però è anche bello saper mantenere un equilibrio e una forza che deve avere un'evoluzione continua. Bisogna mettere nella prossima partita delle cose nuove, perchè queste le hanno imparate".

Osimhen è il leader di questa squadra? "È un calciatore forte, fortissimo. Stasera ha fatto cose di cui avevo parlato nelle ultime partite, lui è bravo anche a far salire la squadra quando va su un metro e mezzo e riesce anche a controllarla. È andato a fare dei passaggi importanti, soprattutto contro squadre come il Torino. Con un leader solo non si va da nessuna parte, noi di leader ne abbiamo tantissimi anche quelli silenziosi anche tra quelli che ho sostituito oggi. Lozano oggi ha fatto quello che doveva fare, solo che la gara mi imponeva di fare quel cambio. Mi dispiace molto, spero che lo abbia capito, capisco la tua reazione ed io da calciatore avrei fatto uguale ovvero tirare dritto negli spogliatoio. Quando siamo rientrati si è complimentato con la squadra. Io ho cinque cambi e sostituisco chi mi pare. Elmas è un ragazzo eccezionale, entra con grande entusiasmo e si fa i suoi chilometri anche quando non serve. È una cosa fantastica".

Sul rigore di Insigne e sulla reazione del pubblico "Mi è dispiaciuto sostituire Insigne proprio perchè aveva sbagliato il rigore, perchè si diranno delle cose sulla sua gara. Devo avere però rispetto di quelli che sono in panchina, devo essere giusto con tutto lo spogliatoio. Devo tenere conto delle cose che ti possono dare un vantaggio. Ma che cosa deve altro dimostrare Insigne per lasciarlo in pace? Ancora con questo contratto, lo firma e non lo firma. Anche stasera, dopo aver sbagliato due rigore, è una prova di grande coraggio andare a battere il rigore di stasera. È un sintomo di leader, di calciatore con personalità. Il prossimo rigore lo batte Insigne, il secondo lo batte Lorenzo, il terzo lo batte il capitano ed il quarto il numero 24".

Su Mertens e l'appoggio dei tifosi 

"Lui gode del consenso del Maradona perchè lo ha conquistato lì dentro, non è che in tribuna ci sono i suoi parenti. È uno che nello stretto ha una qualità superiore alla media, oltre che quando tira in porta. Porta con sè dei numeri che solo il più grande di tutti ha fatto vedere qui a Napoli"

21.00 Termina la conferenza di Luciano Spalletti.