Quale futuro per Insigne? Tifosi divisi su TN: "Andrà via, ma che errore!", "Se parte ci indeboliamo", "Deve ricucire rapporto coi tifosi..."

20.04.2019 16:00 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Fonte: di Fabio Tarantino
© foto di Insidefoto/Image Sport
Quale futuro per Insigne? Tifosi divisi su TN: "Andrà via, ma che errore!", "Se parte ci indeboliamo", "Deve ricucire rapporto coi tifosi..."

Dopo i fischi contro l'Arsenal la città è divisa: quale futuro per Lorenzo Insigne? Addio o permanenza, per il capitano del Napoli? Pareri contrastanti che convergono in un'unica certezza: il talento di Insigne non è in discussione, anzi. Ornella Rossi, storica tifosa del Napoli, parte proprio dalle sue abilità tecniche inaugurando il nostro forum: "Per me Insigne deve restare perché napoletano, ovviamente, ma soprattutto perché è un giocatore forte. Se la volontà della società è quella di crescere, magari acquistando calciatori sempre più bravi, non può non ripartire proprio da Lorenzo". Pensiero simile per Alberto Petillo, storico tifoso di Curva B, che aggiunge: "Insigne deve restare ma deve anche tornare a giocare nel suo ruolo naturale, ovvero quello di attaccante sinistro. In quella posizione, con Zeman ma già nella Primavera del Napoli, è sempre riuscito ad esprimersi con ottimi risultati". Niccolò Menna, giovane tifoso, difende Insigne: "Con l'Arsenal non andava sostituito e comunque, in generale, Insigne non andrebbe mai fischiato". Pietrangelo Chierchia, presidente Club Napoli Udine, si esprime così sul futuro di Insigne: "Non siamo noi a doverlo decidere ma la società. Coi tifosi qualcosa si è rotto, deve restare con la voglia di ricostruire la sua immagine. Altrimenti meglio per tutti la cessione". Salvatore Reccia, tifosissimo azzurro, dice la sua: "Sono molto dispiaciuto che i tifosi napoletani lo fischiano e non gli perdonano niente. Parliamo dell'unico napoletano in rosa e meriterebbe maggior rispetto. Ha sempre sudato la maglia. Insigne non è un top-player ma un gran giocatore, deve stare tranquillo e merita l'incoraggiamento e il rispetto dei tifosi".  Maurizio Calcagni del Club Napoli Due Sicilie stima il capitano del Napoli ma è realista: "Insigne credo andrà via perché non è compatibile con l'idea di calcio di Ancelotti. Merita un palcoscenico diverso e tifosi che sappiano apprezzarlo più di quanto faccia una parte del pubblico napoletano. Credo, purtroppo, sia arrivato il momento di separarsi".