TN - Tacchinardi su Ancelotti-Juve: "Ho sofferto per il rapporto coi tifosi, mai capito perché non c'era feeling! Diluvio Perugia? Che mazzata, non lo meritava"

28.02.2019 08:50 di Fabio Tarantino Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
TN - Tacchinardi su Ancelotti-Juve: "Ho sofferto per il rapporto coi tifosi, mai capito perché non c'era feeling! Diluvio Perugia? Che mazzata, non lo meritava"

Carlo Ancelotti ha allenato la Juve dal 1999 al 2001. Ottimo rapporto coi calciatori, scarso feeling coi tifosi. La conferma, l'ennesima, arriva da Alessio Tacchinardi, ex centrocampista bianconero: "Ho sempre sofferto per le sue difficoltà col pubblico. Mi dispiaceva". Nel match d'andata lo Stadium lo 'beccò' e Ancelotti rispose facendo riferimento alla Champions vinta nel 2003 col Milan. 

Perché c'è scarso feeling tra Ancelotti e i tifosi della Juve? "Non lo so, non c'è mai stato un vero motivo. Forse perché non riuscì a vincere lo scudetto, ma è una mia idea e basta. Carlo è un allenatore adorabile".

Con voi calciatori il rapporto era ottimo? "Assolutamente sì. Gli voglio bene, sono molto affezionato a lui, lo eravamo tutti. Dopo il mio ultimo gol con lui fu il primo che andai ad abbracciare".  

Cos'altro c'è da dire sul 'famoso' diluvio di Perugia che consegnò lo scudetto alla Lazio? "Fu una mazzata tremenda anche per lui. Non se lo meritava, come tutta la squadra. Ma reagì da signore. Dopo l'esperienza alla Juve, Ancelotti è cresciuto tanto. Ha fatto tesoro di tutte le sue esperienze di vita e di campo vincendo ovunque". 

Come giudica la stagione del Napoli? "Sta facendo bene, mi piace come Ancelotti fa giocare la squadra. La sua era una sfida non facile ma la sta vincendo. Non sono sorpreso: Carlo è un grande". 

Col Parma ha anche risolto il 'problema' gol. "Ma il Napoli creava sempre tante occasioni, è mancata un po' di fortuna. Il Napoli mi diverte, per come interpreta ogni partita. Attacca con tanti giocatori ed è sempre molto propositivo".

E la Juve? "Non è in un buon momento, e si vede. Sta pagando scarsa condizione fisica. Manca brillantezza". 

A proposto: riuscirà a superare il turno contro l'Atletico? "La sconfitta di Madrid l'ha scombussolata, ma non bisogna mai dare la Juve per morta. Allegri è un allenatore orgoglioso che ha ancora tanta fame, così come la squadra. Per me può farcela".