In trasferta la Primavera merita di salvarsi: il Napoli "conferma" una frase di Angelini

Angelini qualcosa aveva anticipato: "Il problema è nella testa". Il resto lo ha fatto il campo. Che ha confermato le difficoltà mentali della Primavera
24.02.2020 21:30 di Fabio Tarantino Twitter:    Vedi letture
In trasferta la Primavera merita di salvarsi: il Napoli "conferma" una frase di Angelini

Angelini qualcosa aveva anticipato: "Il problema è nella testa". Il resto lo ha fatto il campo. Che ha confermato le difficoltà mentali della Primavera del Napoli. In trasferta s'avverte quella leggerezza che in casa manca. Per questo, lontani da Frattamaggiore, la squadra azzurra ha collezionato otto dei tredici punti fino a questo momento raccolti in campionato. Un bottino comunque esiguo ma con proiezione in media non da ultimi posti. Il Napoli si trova in piena lotta salvezza - è comunque a due punti dai playout - perché in casa ha sprecato troppi punti. Ne ha conquistati appena quattro, di cui tre all'esordio battendo il Torino. Poi, nelle successive nove partite, ne ha perse otto pareggiando solo con la Fiorentina. Decisamente meglio fuori: vittoria con Genoa e Torino, pari con Chievo e Roma. L'ultimo 3-3 coi giallorossi è la conferma di diverse considerazioni: la rosa non è da retrocessione, ci sono buone individualità, fuori casa le pressioni sono distanti. Pesa, sul cammino della Primavera, l'aria che si respira attorno alla squadra. La retrocessione è un incubo da scongiurare ma anche un argomento di discussione che alla lunga condiziona: "Non dico di ragionare come se fossimo già retrocessi, ma di non pensare alla classifica". Una frase, pronunciata da Angelini dopo il ko con l'Empoli, che può sembrare sorprendente solo per chi si ferma alle singole parole. Oltre c'è la verità.