Ancelotti a Sky: "Non ho da riflettere sul futuro, resto freddo e penso al campo! Sull'attacco..."

Carlo Ancelotti, allenatore del Napoli, alla vigilia del match con il Genk è intervenuto, oltre che in conferenza stampa, anche al microfono di Sky
09.12.2019 15:48 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Insidefoto/Image Sport
Ancelotti a Sky: "Non ho da riflettere sul futuro, resto freddo e penso al campo! Sull'attacco..."

Carlo Ancelotti, allenatore del Napoli, alla vigilia del match con il Genk è intervenuto, oltre che in conferenza stampa, anche al microfono di Sky Sport: "E' la vigilia di un momento importante della stagione. Stiamo vivendo un periodo difficile e vogliamo che termini con questa grande opportunità col Genk. Vogliamo qualificarci e magari anche da primi, ma non dipende da noi quest'ultima cosa. Io chiedo intensità ai ragazzi per vincere col Genk, poi si penserà a ciò che verrà dopo. Sarebbe importante qualificarci, ma anche il primo posto sarebbe importante perché darebbe un turno più agevole agli ottavi di finale".

In Champions la scintilla di cui parlava c'è sempre stata. "In Champions non è mai mancata la scintilla, questo mi rende più ottimista del solito. E' vero che non basta il risultato, vorrei vedere una squadra convincente, come nelle altre occasioni in Champions League".

Basta quel secondo tempo di Udine per essere fiduciosi? "La valutazione deve esser fatta su tutto. A Udine abbiamo evidenziato dei limiti, poi c'è stata una reazione caratteriale. Ma domani non basta il carattere, serve una partita completa. Non siamo messi così male. E' vero che la classifica ci intristisce molto in questo momento, ma non siamo così distanti dalla soluzione ottimale".

Come vive le indiscrezioni sul suo addio e l'arrivo di Gattuso? "Io le vivo normalmente, proprio perché ho esperienza. In questo periodo sull'allenatore sono puntati gli occhi di tutto, ma lo vivo normalmente. So che abbiamo difficoltà, problematiche, ma cerco di essere il più freddo possibile, vado a valutare nel miglior modo possibile la partita che andiamo a giocare, devo fare le scelte migliori e la strategia migliore. Tutto il resto non posso controllarlo, io devo concentrarmi su ciò che posso controllare: valutazione dell'organico e formazione da schierare per vincere col Genk. Certamente non posso controllare il risultato, ma devo controllare la prestazione della mia squadra domani".

Le valutazioni che farà sul suo futuro sarà condizionato dal risultato o dalla prova? "Non devo fare nessuna riflessione. Farò le solite riflessioni e spero di non farle negative come nelle ultime occasioni, ma spero di valutare bene la prestazione della squadra".

Llorente titolare con il Genk? "Intanto Llorente è stato utilizzato molto e ha sempre dato un contributo importante, per questo è da tenere in considerazione per domani. Dobbiamo valutare bene oggi, potrebbero esserci due rientri importanti come Milik e Allan".