Gazzetta - Ammutinamento, spunta la versione del Napoli: "Insigne cacciò Edo dallo spogliatoio"

Emergono nuovi interessanti particolari relativi all'ammutinamento dello scorso 5 novembre
20.02.2020 08:20 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Alessandro Garofalo/Image Sport
Gazzetta - Ammutinamento, spunta la versione del Napoli: "Insigne cacciò Edo dallo spogliatoio"

Emergono nuovi interessanti particolari relativi all'ammutinamento dello scorso 5 novembre. L'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport riporta testualmente la versione del Napoli: "Terminata la gara fra Napoli e Salisburgo, i calciatori, in persona del capitano della squadra (Insigne, n.d.r.), avevano comunicato la loro indisponibilità a pernottare presso la sede del ritiro (...) dopo detta comunicazione, aveva avuto luogo una accesa discussione durante la quale il direttore sportivo (Giuntoli, ndr) aveva fatto presente che i giocatori si stavano rendendo responsabili di una grave e inaccettabile violazione contrattuale (...) Gran parte dei calciatori aveva inveito contro la società e il capitano aveva intimato al vice presidente (Edoardo De Laurentiis, n.d.r.) di allontanarsi dallo spogliatoio, rivolgendogli alcune parole".

Ma, il quotidiano spiega, che l'accusa più grave è la seguente: "Risultavano violate anche le clausole della scrittura specificativa (sui diritti di immagine, n.d.r.) depositata contestualmente al contratto e costituente parte integrante dello stesso".