La griglia di Sconcerti sul Corriere della Sera: "Il Napoli in terza fascia con Lazio e Fiorentina"

Mario Sconcerti traccia sul Corriere della Sera una prima griglia del campionato di serie A. Di seguito alcuni stralci:
08.08.2022 08:40 di Redazione Tutto Napoli.net Twitter:    vedi letture
La griglia di Sconcerti sul Corriere della Sera: "Il Napoli in terza fascia con Lazio e Fiorentina"
TuttoNapoli.net

La difficoltà della Juventus è nata quando si è scomposto il centrocampo di Khedira-Pjanic-Matuidi: non sono stati mai sostituiti veramente, scrive Mario Sconcerti sul Corriere della Sera tracciando una prima griglia del campionato di serie A. Di seguito alcuni stralci:

"Non a caso Allegri ha cercato solo giocatori di esperienza. La Juve non è ancora una squadra, infatti sta facendo disperatamente mercato. La Juve è un treno in transito, treno bellissimo, con destinazione indefinita. Milan e Inter sono le più complete. L’Inter perché è squadra vera, già fatta, il Milan perché è squadra di grandi giovani, quindi destinata a salire. Il Milan è l’unico in controtendenza. In questo mercato di costi zero, ha speso per crescere continuando sui giovani. I suoi giocatori migliori, Leao, Tonali, Calabria, Kalulu, Bennacer, Hernandez, hanno ancora molto futuro davanti.

Nel secondo strato ci sono Juve e Roma. Della Juve abbiamo detto, mentre la Roma è stata la sorpresa del mercato, quasi una nuova via di pensare calcio. Ha cambiato squadra, si è rinforzata con tutti giocatori sicuri facendo tre grandi acquisti a costo zero (Dybala, Matic, Wijnaldum) e con ingaggi dentro il limite. Non so se sia una strada seguibile, il più giovane dei costi zero è Dybala, gli altri hanno 66 anni in due. Ha dato a Mourinho la squadra che voleva e gliel’ha data in fretta. Oggi potenzialmente è all’altezza delle prime, con le difficoltà normali di mettere insieme la squadra.

Sul terzo scalino metto Napoli, Lazio e Fiorentina. Se prende Raspadori, il Napoli prende il miglior attaccante giovane. La Lazio parte dai 25-30 gol che assicura Immobile da anni. Non è poco. La Fiorentina vincerà e perderà in abbondanza, come ama Italiano".