Rog per Allan: il cambio che gelò il sangue di Maggio

01.07.2020 10:10 di Arturo Minervini Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Rog per Allan: il cambio che gelò il sangue di Maggio

Era il 20 maggio 2018. Al San Paolo c’è il Crotone, ultima gara di un campionato che non aveva più nulla da dire per la squadra di Sarri arrivata ad un passo dal tricolore. Sarebbe stata l’ultima gara sulla panchina azzurra del tecnico poi passato al Chelsea ed ora alla Juve, era sicuramente l’ultima di Christian Maggio in maglia Napoli.

Nella settimana della gara in molti spinsero per vedere dal primo lo storico esterno, gloriosa colonna della ripartenza azzurra dal basso fino alla Champions. Niente da fare però: Sarri preferisce tenerlo inizialmente in panchina, ma tutti sperano di vederlo in campo almeno nel finale di gara. I minuti passano, entra Mertens per Milik ed Hamsik per Lorenzo Insigne. Quando al 77 minuto Sarri decide di far entrare Rog per Allan, il San Paolo resta gelato seppur l’alta temperatura. La faccia di Maggio in panchina, pizzicata dalle telecamere, fatica a nascondere la delusione. 

“Arrabbiato con Sarri? Sono rimasto un po' deluso, non posso negarlo” dira poi con la consueta classe Christian. Che ha saputo ripartire e trovare nuovi stimoli nel progetto del Benevento, fresco vincitore di un campionato cadetto dominato. Il prossimo anno, dunque, Maggio farà il suo ritorno al San Paolo e potrà calpestare quell’erba ancora una volta. Ed il San Paolo potrà inchinarsi ad uno dei calciatori più amati degli ultimi anni.