Sarri in conferenza: "Napoli ha fatto poco, ma noi avevamo poche energie. Rigori con maglie a righe? A noi pochi..."

Dopo la sconfitta di Napoli, il tecnico della Juventus Maurizio Sarri commenta la prestazione della Juventus in conferenza stampa.
27.01.2020 00:14 di Antonio Gaito Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Sarri in conferenza: "Napoli ha fatto poco, ma noi avevamo poche energie. Rigori con maglie a righe? A noi pochi..."

Dopo la sconfitta di Napoli, il tecnico della Juventus Maurizio Sarri commenta la prestazione della Juventus in conferenza stampa.

Che cosa è mancato questa sera alla Juve? "Stasera è mancata energia mentale e nervosa, una fase offensiva sotto ritmo con un possesso palla blando. La fase difensiva era sempre in ritardo, una partita di scarsa energia mentale. Abbiamo perso giustamente, ma contro una squadra che aveva fatto poco per vincerla quindi ci abbiamo messo anche del nostro".

Pensa che si potesse cambiare la squadra con qualche cambio anticipato? "Quando la situazione è quella di questa sera è difficile parlare di reparto o di singolo giocatore, la squadra tutta mi ha dato la sensazione di avere poche energie. Stasera era difficile cambiare questa gara".

Come analizzerà la gara di questa sera? Problema di mentalità questa sera? Queste sono partite che ci sia poco bisogno di commentare con i giocatore, chi era in campo si è reso conto della situazione. Bisogna trovare grandi motivazioni, cosa non semplice per chi viene da sette/otto anni di vittoria. Non credo che abbiamo gicoato così perchè Lazio ed Inter hanno pareggiato, sarebbe ancor più preoccupante.

Come ha preso i fischi dei tifosi del Napoli? "L'affetto dei tifosi era tanto, è normale. Ora sento il giusto giramento di coglioni della sconfitta"

Questa Juve può giocare come il tuo Napoli? "Questa squadra non può giocare come giocava il Napoli, perchè ha caratteristiche diverse. Bisogna migliorare nel palleggio, ma accompagnare anche le caratteristiche dei nostri calciatori".

Sente di avere delle responsabilità per la mancanza di motivazioni di questa sera? "Stiamo cercando di tirare fuori motivazioni su motivazioni in ogni riunione, ma è operazione abbastanza complessa. È difficile entrare nella testa di una persona, si intrecciano gli obiettivi collettivi a quelli individuali".

Sei sempre convinto che bisogna avere la maglia a strisce per avere un rigore? "Quest'anno ne abbiamo avuti pochi, forse bisogna ritornare alle vecchie maglie..."

Si aspettava di perdere contro questo Napoli con tante assenze? "Noi abbiamo lasciato a casa dei Campioni del Mondo, avevamo anche noi delle assenze. Le statistiche del Napoli raccontano di una squadra destinata a ricrescere in classifica molto in fretta, la loro posizione è falsa e la gara di questa sera lo dimostra".