Napoli 2, ancora vincente e Foggia eliminato (0-2)

Ancora soddisfazioni per le seconde linee del Napoli e alcuni giovani della Primavera che battono il Foggia(0-2) e accedono agli ottavi di una manifestazione, la Coppa Italia di C, che sebbene non importi a nessuno è una vetrina importante.
17.11.2005 00:24 di Antonio Gaito  articolo letto 7362 volte
Napoli 2, ancora vincente e Foggia eliminato (0-2)
FOGGIA-NAPOLI 0-2
Marcatori:Pià al 37' e al 38'. Foggia(4-4-2): Efficie; Di Giorgio, Dasoul(1' st Maffucci), Parisi, Lapolla; Antonioni, Stefani(17'st Chiarello), Catalano, Di Senso; Scarpa(1'st Quinto), Zagaria. (Liccardi, Sportillo, Giordano, Agostinone). All.Rumignani Napoli(4-4-2): Gianello; De Vito, Nigro(47'st Maddaloni), Montesanto, Briotti; De Palma, Amodio, Gatti, Vitale; Grieco, Pià(27'st Arini). (Virgili, Del Franco, Del Prete, Pisa, Prisco). All.Reja Arbitro Valeri di Roma(Fabroni-Palatta) Note. Spettatori: circa 1.000. Ammoniti: Parisi(F). Recuperi: 2' e 7'. FOGGIA - Ancora soddisfazioni per le seconde linee del Napoli e alcuni giovani della Primavera che battono il Foggia(0-2) e accedono agli ottavi di una manifestazione, la Coppa Italia di C, che sebbene non importi a nessuno è una vetrina importante per mettersi in mostra. Reja conferma la formazione della gara d'andata, vinta per 3-1, fatto salvo il rientro di Inacio Pià al posto di Nappi in coppia con Grieco. La gara inizia con il Napoli subito pronto a far propria la gara e chiudere la pratica. Al 6' numero incredibile del funambolico Inacio Pià che, servito da Gaetano Grieco, con una serie di finte si libera del diretto avversario e da posizione ravvicinata finta il cross e tenta la conclusione che si infrange sul palo. Quattro minuti più tardi si salva ancora il Foggia: Pià sguscia a tre avversarie contemporaneamente ma, dopo aver superato anche il portiere, si vede rimpallare la propria conclusione. Al 37' il Napoli passa meritatamente in vantaggio: su punizione di Gaetano Grieco dal limite dell'area di rigore, il portiere interviene bene ma non riesce a bloccare e Inacio Pià ribadisce in rete. 1' più tardi il Napoli raddoppia e mette praticamente fine alla gara: Pià dal centrocampo viene lanciato a rete da un ottimo Grieco, il brasiliano evita l'uscita di Efficie ed insacca in rete il 0-2. Sul doppio vantaggio si chiude la prima frazione di gioco. La ripresa non viene praticamente mai giocata, nè da una parte nè dall'altra. Dopo 20' la gara viene anche sospesa per circa 5' per lancio di oggetti da parte dei supporters rossoneri nella zona dell'assistente dell'arbitro. Dopo alcuni minuti il direttore di gara fa riprendere il gioco, ma non c'è nulla da raccontare se non una parata con sicurezza di Gianello. Dopo ben 7' di recupero, per l'interruzione della gara, l'arbitro sancisce la fine della gara mentre a Foggia inizia un'aspra protesta nei confronti del tecnico Rumignani e della dirigenza. Napoli, o meglio, Napoli 2 che invece da la sensazione di essere in possesso della stessa mentalità della prima squadra che sta stracciando il campionato. Tutti in piedi per applaudire un gruppo composto da giocatori che, seppur potessero essere titolari in qualsiasi squadra di terza serie, non accenna mai alcun tipo di polemica. Per questo che il Napoli prosegua la sua corsa anche nella Coppa Italia di serie C, anche loro meritano una vetrina oltre a giovani della Primavera estremamente promettenti.