Cagni: "Gattuso continua a tornare su concentrazione e cattiveria, non è di questo che deve parlare..."

In diretta su Radio Punto Nuovo è intervenuto Luigi Cagni, ex allenatore del Brescia.
21.02.2020 11:30 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Cagni: "Gattuso continua a tornare su concentrazione e cattiveria, non è di questo che deve parlare..."

In diretta su Radio Punto Nuovo è intervenuto Luigi Cagni, ex allenatore del Brescia: “Il Brescia sta male, la gestione Cellino di quest'anno è stata sbagliata, nonostante sia un grande presidente. Troppi allenatori, ma al di là delle scelti, mandi via Corini per un allenatore inesperto, una scelta capita solo da lui. Sicuramente le percentuali di colpe vanno divise. Un allenatore non deve dare carica agonistiaca, la determinazione ad un giocatore, tu sei un professionista. Che Gattuso debba parlare tutti i giorni di essere concentrati, cattivi... un allenatore non deve parlare di queste cose. Il Brescia ha delle qualità, ma è inesperta e sta pagando quello.

Doppio impegno complicato? Se non hai l'esperienza puoi fare degli errori, è capitato anche a me. Devi fare le cose che ti senti di fare, di cui sei convinto e vedere cosa succede: è da lì che cresce un allenatore, con esperienze soprattutto negative. Magari il Brescia riuscirà a far bene, lo spero, ma il Napoli è una squadra tecnicamente superiore, se gioca da Napoli per il Brescia non c'è molto da fare. Se Gattuso ha un pregio è quello di essere sincero, non si nasconde mai dietro nulla, lo fa vivere sereno. Affronti le cose consapevole della verità.

Ancelotti ha detto qualche bugia? E' stato probabilmente costretto, perché le cose non hanno funzionato come ha detto. Ha dato un giudizio sulla squadra ed era convinto di avere una grande squadra, quando ha visto che non era così, ha perso convinzione e si è visto anche in campo. Il problema dei calciatori di oggi è la mancanza di personalità".