Del Genio in radiocronaca: “Se il tiro in porta funziona, non ci sono più difficoltà tattiche o mentali!"

Al termine della radiocronaca per Kiss Kiss Napoli, il giornalista Paolo Del Genio ha commentato la vittoria del Napoli per 6-0 contro la Fiorentina
17.01.2021 14:40 di Francesco Carbone   Vedi letture
Del Genio in radiocronaca: “Se il tiro in porta funziona, non ci sono più difficoltà tattiche o mentali!"

Al termine della radiocronaca per Kiss Kiss Napoli, il giornalista Paolo Del Genio ha commentato la vittoria del Napoli per 6-0 contro la Fiorentina: “Bisogna dire sul Napoli una cosa molto semplice e importante. E’ una mia convinzione. Io metto sempre prima l’aspetto tecnico, poi quello tattico, poi mentale di cui si parla tantissimo e infine quello fisico perchè questa squadra non ha alcun problema da quel punto di vista. La squadra ha gamba, ha qualità di corsa importanti, tanti giocatori che hanno una resistenza notevole. L’aspetto mentale invece di cui si parla tanto arriva dopo e la dimostrazione ennesima è arrivata oggi perché quando l’aspetto tecnico, vedi il tiro in porta, funziona benissimo, va a coprire le difficoltà tattiche. Quindi quando l’aspetto tecnico funziona bene, copre quello tattico perché non soffri mai e poi chiaramente l’aspetto mentale diventa positivo perché ti esalti, sei tranquillo. E’ una cosa che ormai conosciamo del Napoli e dobbiamo aggiustare quando le cose dal punto di vista tecnico e tattico non riescono bene, non dobbiamo patire troppo dal punto di vista mentale perché altrimenti andiamo a diminuire quelle capacità che invece in partite come queste viene mostrato chiaramente che abbiamo a un livello molto alto. Una partita strana, 10 tiri come la Fiorentina, stesso possesso palla, parità di passaggi, una gara da un punto di vista statistico equilibrata, ma nelle aree di rigore, nella fase conclusiva non c’è stata veramente partita". 

Sulla lotta Champions: “La lotta è dura, c’è l’Atalanta, la Lazio che è tornata, ci sono tante squadre che possono ambire al posto Champions che è il vero obiettivo stagionale del Napoli. Se i 40 gol fatti fossero stati distribuiti meglio avrebbero portato al primo posto, se ne conservava due con lo Spezia e uno col Torino erano cinque punti in più e oggi si potevano fare altri discorsi".