Duvan alla Gazzetta: "Popolo napoletano è speciale. Che ricordi la mia casa sul golfo e la mozzarella, fu duro l'addio..."

Duvan Zapata ha parlato della sfida di lunedì ma anche del rapporto con la città
20.04.2019 09:00 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Duvan alla Gazzetta: "Popolo napoletano è speciale. Che ricordi la mia casa sul golfo e la mozzarella, fu duro l'addio..."

Nel corso di un'intervista alla Gazzetta dello Sport, Duvan Zapata ha parlato della sfida di lunedì ma anche del rapporto con la città: "Come uomo ho conosciuto un popolo speciale per me e per la mia famiglia. Ricordi? La stanza della clinica dov'è nato mio figlio, il golfo di fronte alla mia casa di Posillipo, aprivo la finestra ed avevo Capri davanti. Persona da riabbracciare? Il mio amico Edoardo a Quarto, mozzarella e parmigiana di melanzane. Allora non la apprezzavo neanche tanto, ho capito dopo cosa mi ero perso. Emarginato dopo il ritorno dall'Udinese? Confermo, fu dura, ero tornato sapendo di dovermene andare, ma fui ceduto all'ultimo giorno. Mi scaldavo con la squadra e poi mi allenavo da solo".

Sul Napoli: "Sempre pericoloso, da fuori quello di Sarri era più bello da vedere, ma aveva due anni di lavoro alle spalle. Il vero Napoli di Ancelotti si vedrà l'anno prossimo.".