Iavarone: "Il limite del Napoli è la mancanza della punta! Milik non è il giocatore che serve..."

In diretta su Radio Punto Nuovo, è intervenuto il giornalista Toni Iavarone, per commentare il momento del Napoli e l'acquisto di Llorente
10.09.2019 22:30 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Iavarone: "Il limite del Napoli è la mancanza della punta! Milik non è il giocatore che serve..."

In diretta su Radio Punto Nuovo, è intervenuto il giornalista Toni Iavarone, per commentare gli equilibri del Napoli in proiezione offensiva, il prossimo impegno di campionato degli azzurri e l'acquisto di Llorente: “L'equilibrio in attacco è quello che il Napoli ha dimostrato di avere. Il grande limite del Napoli è proprio non avere il giocatore lì dove nasce il gol ai 15-20 metri. Milik non è il giocatore che serve al Napoli, né Llorente sarà influente per finalizzare. Non è arrivato Icardi, non è arrivato l'ultimo uomo che ha la possibilità di concludere. Ci sono mezz'ale, ali piccole, esterne e sarà quella la forza del Napoli, ma le difese piuttosto organizzate sono difficili da sorpassare.

De Laurentiis a Sky ha fatto capire che forse sarebbe meglio lasciare Koulibaly in panchina perché non ancora pronto. E' vero che De Laurentiis dopo un po', come in tutti i matrimoni, si rende conto del lato negativo, ma non credo sia davvero questo il caso. Koulibaly, insieme a Manolas, deve cantare e portare la croce in questo modulo del Napoli. Con il centrocampo a dure, senza centrocampisti veramente bravi in questo modulo, tutto il peso delle manovre avversarie, cade su di loro. Ad un certo punto faticano tanto, quindi questo è il primo equilibrio da cercare. Tranne i lunghi anni in cui è stato con Reja e Mazzarri, dopo un po' inizia a sgomitare. Non penso sia già il caso Ancelotti. Tra poco c'è l'incontro con il Liverpool, c'è bisogno di non perdere troppo terreno.

Sampdoria? Credo che Ancelotti faccia qualche turnover di buon senso, anche perché la Sampdoria non è questo grande avversario rispetto le potenzialità del Napoli. Non so se è il caso di far giocare quelli fuori forma o meno, la partita potrebbe essere propedeutica per il minutaggio di alcuni. Penso che si può giocare con gli uomini migliori, tranne in qualche cambio minimo".