L'ex De Napoli punge Ibrahimovic: "Maradona e van Basten erano fondamentali, non lui"

Nando De Napoli, inoltre, ha grande fiducia nel Napoli e nel posto Champions e parla anche di questo, oltre che di Rino Gattuso.
13.05.2021 17:50 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
L'ex De Napoli punge Ibrahimovic: "Maradona e van Basten erano fondamentali, non lui"
TuttoNapoli.net
© foto di Andrea Pasquinucci

Nando De Napoli ha grande fiducia nel Napoli e nel posto Champions. "Per scaramanzia non dico che è fatta- spiega a Tuttomercatoweb.com - però il calendario ora è abbastanza semplice. Quando la Lazio ha perso con la Fiorentina quello è stato un bel colpo anche per i partenopei già lì bella fortuna.

E' anche un bel Napoli...
"Sì, sono stati recuperati gli attaccanti e Gattuso ha fatto un bel lavoro. Mi dispiace che sia stato criticato però credo che si sia anche preso la sua rivincita".

Avrebbe provato a confermarlo?
"Da quel che si dice De Laurentiis dopo Verona aveva già preso la decisione. Del resto è lui il capo ed è giusto faccia ciò che vuole, del resto è anche vero che ha portato il Napoli dalla C alla Champions. E' giusto che decida lui".

Spalletti le piace?
"Sì, credo abbia anche tanta voglia di ricominciare. Dopo anni che non lo vedo in tv mi farebbe anche piacere riascoltarlo, è uno che ha parlato poco in questo periodo. Ma soprattutto è preparato, ha vissuto l'ambiente di Roma che è caldo, quello di Napoli idem".

Se ci fossero delle chance per Allegri ci proverebbe?
"E' un vincente, ma bisogna vedere se andrà o meno alla Juve. In ogni caso per l'ambiente di Napoli che vuole vincere lo scudetto serve un allenatore preparato e esperto e Allegri e Spalletti andrebbero bene".

Il Milan se lo aspettava così carico?
"E' uscito di nuovo alla grande ora. Pioli è bravo e nelle ultime due gare è stato bravissimo- I suoi giocatori hanno fatto risultato anche senza Ibra. Non pensavo che la squadra tornasse così prepotentemente anche perchè aveva avuto un calo vistoso. Merito anche a Pioli che è un tecnico in gamba".

Il Milan può fare a meno di Ibra?
"E' importante ma a 40 anni non fondamentale. Io ho giocato con Maradona e Van Basten e di loro si sentiva la mancanza. Ibra si fa sentire come personalità in campo e nello spogliatoio ma ripeto ha 40 e si può farne a meno"