Osimhen, l'intermediario: "Niente Arabia, è giovane e resterà in Europa per un motivo"

A Radio Crc nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” è intervenuto Andrea D’Amico, agente sportivo, ex intermediario Osimhen
22.02.2024 17:40 di  Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    vedi letture
Osimhen, l'intermediario: "Niente Arabia, è giovane e resterà in Europa per un motivo"

A Radio Crc nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” è intervenuto Andrea D’Amico, agente sportivo, ex intermediario Osimhen: “Peccato che nonostante la cavalcata trionfale italiana, l’anno scorso Osimhen non fosse al top negli sconti di Champions contro il Milan perchè poteva essere un epilogo diverso anche in Europa. Anche quest’anno Osimhen sta dimostrando che è determinante per il Napoli. 

Però, lasciatemi dire che in tema coppa d’Africa, loro hanno tutto il diritto di vedere i giocatori nelle loro Nazionali, ma non quando le squadre che li pagano sono impegnate tra campionato e Champions. I club vanno rispettati e se ci sono delle date FIFA, devono tener conto degli impegni delle Nazionali. Ad una squadra che ha 2, 3 o 4 giocatori importanti che vanno via per giocare con la propria Nazionale e che ha in ballo competizioni stai facendo un danno. 

Ho sentito de Laurentiis parlare in maniera perfetta anche sulla ristrutturazione dei campionati italiani. Un parte si nasconde dietro la meritocrazia senza considerare che le grandezze non sono più omogenee e il rischio economico è troppo elevato. E’ ora di cambiare perchè il calcio è una grossa azienda e lavora su un modello di business superato e se ti va male una stagione devi svendere tutto perchè se vai in serie B vuol dire svendere tutto. 

Calzona? E’ il terzo allenatore in una stagione e non può incidere subito. Può dare una scossa, una motivazione, ma non è così facile cambiare il corso della squadra. E’ molto più importante che i giocatori migliori uniti ad un’organizzazione che c’era anche con Mazzarri, cerchino di capire che adesso sono loro che devono fare la differenza. Quindi lo spirito di gruppo in funzione dei solisti.

Il futuro di Osimhen? Credo che lo vedremo in Europa in qualche club importante perchè è giovane e vuole togliersi ancora qualche soddisfazione qui. Lui però deve fare sempre bene perchè tutti dimenticano il passato e hanno negli occhi le ultime prestazioni. Mappé andrà al Real, il Psg non si rassegna ad avere dei comprimari per cui credo che Osimhen possa essere un obiettivo anche per i parigini”.