Svolta in difesa: nessuno ha subito meno gol del Napoli negli ultimi 6 turni

Nell'ultimo periodo il Napoli è rimasto in piedi ed ha allontanato la crisi di risultati grazie ad un'ottima fase difensiva
21.10.2019 16:30 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Fonte: di Antonio Gaito per Tuttomercatoweb.com
© foto di Insidefoto/Image Sport
Svolta in difesa: nessuno ha subito meno gol del Napoli negli ultimi 6 turni

Nell'ultimo periodo il Napoli è rimasto in piedi ed ha allontanato la crisi di risultati grazie ad un'ottima fase difensiva. Fino ai gol di Milik al Verona, gli azzurri hanno sopperito ai problemi realizzativi tenendo la porta inviolata con Genk e Torino e limitando i danni dunque con due pareggi. Considerando anche la Champions, infatti, la squadra di Ancelotti al momento non prende gol da tre partite, ma il dato che più sorprende è quello più ad ampio raggio. Se dopo le prime due giornate con Fiorentina e Juventus - con sette gol incassati - la difesa sembrava far acqua, da quel momento il Napoli l'ha blindata e nelle successive sei giornate ne ha subiti soltanto 3 (di cui appena uno su azione, col Cagliari), ed i gol restano 3 aggiungendo anche le due partite di Champions e portando l'intervallo di gare ad otto.

Dopo le prime due giornate,il Napoli può vantare lo score difensivo migliore (alla pari con l'Udinese). La Juventus ha infatti subito quattro reti e l'Inter ne ha subite sei. Ancelotti è arrivato a questa solidità non senza faticare: ha dovuto attendere il ritorno di Koulibaly ai suoi livelli, dopo un inizio difficile per un campionato iniziato senza preparazione a causa della finale di Coppa d'Africa, ma anche un miglioramento dell'intesa con Manolas che sta arrivando soltanto ora. E se col greco il Napoli ha perso sicuramente qualità in uscita rispetto alla linea con Albiol, ha comunque guadagnato in marcatura, nel gioco aereo e nella velocità nello scappare all'indietro e coprire la profondità. In linea generale un miglioramento non da poco. Importante anche la solidità data da Di Lorenzo a destra - nell'ultimo periodo anche a sinistra - spesso come terzo centrale bloccato. Ora la sfida di Ancelotti è di continuare con queste medie, nonostante una squadra offensiva con almeno quattro giocatori d'attacco, e già sul campo di Salisburgo sarà complesso allungare l'imbattibilità di 270'.