Una pillola di Ciro contro gli scandali di un calcio alla canna del gas

20.01.2022 18:16 di Arturo Minervini Twitter:    vedi letture
Una pillola di Ciro contro gli scandali di un calcio alla canna del gas
TuttoNapoli.net
© foto di www.imagephotoagency.it

"Che mi frega dei dollari, io voglio Napoli!". Ecco, questo è Ciro Mertens, prendete e mangiatene tutti. Ha offerte da mezzo mondo, ma non ha dubbi su quella che è la sua volontà: Napoli, solo Napoli. Per sempre Napoli. Ha anche il piano per convincere De Laurentiis: "Segnare tanto, così De Laurentiis sarà costretto a tenermi. Più gol faccio e più lui capirà che varrà la pena farmi firmare. E poi ho l’asso nella manica: invece di andare in giro a buttare soldi, per compare un attaccante nuovo, gli concedo la possibilità di tesserare mio figlio. Ha un centravanti giovane, con una carriera lunga davanti a sé".

I ricordi sono sacri. Sono dolce rifugio, inviolabile altare della memoria. Sono posti nascosti che nessuno dovrebbe profanare, dentro ai quali nessuno dovrebbe lasciarsi vincere dalla tentazione di prendere un foglio su cui è stata scritta una delle pagine più avvincenti della nostra storia e cestinarlo per il rancore. Ricordare è quello che siamo stati, ricordare è quello che saremo. Spesso, però, il finale delle storie assume dimensioni quasi sproporzionate rispetto al racconto stesso. 

Si parla di Dries Mertens, di un contratto che ogni giorno diventa più breve e corre verso una scadenza che ha il sapore di minaccia: giugno 2022, poi la grande incertezza. È il destino di un calcio che mastica tutto, sentimenti sottoposto come le particelle dentro ad un’acceleratore costruito in laboratorio. Qualcosa, però, resta. Qualcosa, però, sopravvive.

Il rapporto tra Dries Mertens e Napoli non può essere come tutti gli altri. Non lo è mai stato, non lo sarà mai. Il finale, però, non può assumere un aspetto marginale. Serve, insomma, uno sforzo per blindare per sempre questo libro al cuore. Incatenare per sempre Ciro a Napoli, consacrare il nuovo battesimo con la firma di un contratto che gli farebbe chiudere la carriera in maglia azzurra. La storia di cui tutti avremmo bisogno. Per spolverare magia su certi racconti, necessariamente si ha bisogno del lieto fine. Perché il rapporto tra Dries e Napoli merita un lieto fine.