Coronavirus, commissario Arcuri: "Acquistate 300 milioni di mascherine, a breve saremo autosufficienti"

Domenico Arcuri, commissario straordinario nominato dal governo, ha parlato in conferenza stampa.
31.03.2020 14:50 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Coronavirus, commissario Arcuri: "Acquistate 300 milioni di mascherine, a breve saremo autosufficienti"

Domenico Arcuri, commissario straordinario nominato dal governo, ha parlato in conferenza stampa per aggiornare sullo stato dell’emergenza Coronavirus e sulla produzione e distribuzione dei dispositivi di protezione individuale: “Abbiamo previsto un sistema che mette a disposizione i dati in tempo reale sulla distribuzione dei prodotti. E’ nostro dovere che tutti i cittadini sappiano cosa è stato distriubito in termini di materiale sanitario, come e quando certi prodotti sono stati consegnati. Non ci devono essere dubbi in merito. Da stanotte il sistema è online sul sito della Protezione Civile e su quello del Ministero della Salute. Via via aggiungeremo altri siti, i cittadini avranno una molteplicità di fonti alle quali accedere per avere certe informazioni. La trasparenza continuerà ad essere fondamentale nel nostro percorso da qui alla conclusione di questo dramma".

Come procede l'acquisto delle mascherine? "Abbiamo consolidato una sufficiente produzione di prodotti. Abbiamo acquisito 300milioni di mascherine che arriveranno progressivamente e saranno distribuite con criterio concordato con le regioni. Poi abbiamo consegnato mascherine anche all’ordine nazionale dei medici, che non smetterò mai di ringraziare per i sacrifici. Anche loro devono essere dotati di una sorta di magazzino di scorta, in modo da poter sopperire o aggiungere dotazioni che vanno direttamente a chi è impegnato in prima linea. Noi acquisiamo queste mascherine dove le troviamo sul mercato, avendo cura di quantità, tempi di approvigionamento, costo. Stiamo combattendo contro il tempo".

La produzione italiana di mascherine? "Dobbiamo dotarci di una capacità autoctona di produzione dei materiali, anche perché non conosciamo la durata dell’emergenza. La diffusione nel mondo è oramai una realtà e tutti i paesi hanno bisogno del materiale sanitario. Ogni paese dovrà avere la possibilità di produrli a casa propria, noi abbiamo fatto passi avanti. Le prime 25 aziende del sistema moda da ieri producono 200mila mascherine al giorno e hanno un piano per aumentare la produzione a 500mila la prossima settimana e a 700mila quella successiva. Le aziende dell’igiene personale da ieri producono 250mila mascherine al giorno, passeranno a 400 mila la prossima settimana e a 750mila da quella successiva. In una settimana abbiamo fatto un’importante pezzo di strada e per questo ringrazio il sistema industriale italiano. Abbiamo stanziato 50 milioni per le aziende che volontariamente vorranno produrre mascherine, sono arrivate 350 proposte, oggi ne verranno approvate 14. Da domani quindi avremo altri 14 soggetti che potranno iniziare la produzione delle mascherine.
Le mascherine del settore moda andranno alla protezione civile e alle regioni che ne avranno bisogno e progressivamente sostituiranno quelle comprate dagli altri paesi".