Rizzoli annuncia: "Meno rigori leggeri! Niente fischio quando il braccio non si può ritrarre"

Nicola Rizzoli ha parlato alla Gazzetta dello Sport anche delle novità arbitrali per superare le infinite polemiche della scorsa stagione
19.09.2020 09:10 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Rizzoli annuncia: "Meno rigori leggeri! Niente fischio quando il braccio non si può ritrarre"

A poche ore dall'inizio del campionato, il designatore arbitrale il designatore Nicola Rizzoli ha parlato alla Gazzetta dello Sport anche delle novità arbitrali per superare le infinite polemiche della scorsa stagione. Si parte da un primo correttivo dell'Ifab: l'annullamento del gol su qualsiasi tocco di mano che precede un gol o che porta ad un gol, d'ora in poi il tocco invaliderà il gol solo se avviene nell’immediatezza: "Sì non ne vedremo più di reti annullate così. Conta l’immediatezza: un esempio? Veretout in Roma-Samp verrebbe ancora annullato, non c’è nulla tra il tocco di Perez e il suo tiro, quello di Ibra no".

MENO RIGORI LEGGERI - Ecco la direttiva di Rizzoli: "Premesso che i dati dell’ultima Champions evidenziano più falli e gialli per le squadre italiane dimostrando che c’è un’attitudine al gioco diverso, sì, ci sono rigori concessi che sono troppo leggeri. C’è contatto e contatto, soprattutto nel calcio, che è fatto di contatto". Quindi, un tocco come quello di De Roon dell’ultima Juve-Atalanta, ad esempio? «No, non lo vorrei rivedere: è troppo leggero. Sono situazioni da valutare sul campo, però non possiamo togliere al difensore la possibilità di fare un movimento istintivo: se il braccio non poteva essere più ritratto non deve essere punibile. L’obiettivo è permettere ai difensori di non giocare come i pinguini. L’augurio è che se ne fischino di meno: vorrebbe dire che si interpretano meglio contatti valutati in maniera troppo leggera e che i giocatori capiscano che un contatto non equivale a un rigore".