Allenato da Conte, Masiello: "Non è vero che dopo 2-3 anni con lui i calciatori sono spompati"

“Conte? Ho avuto la fortuna di essere allenato dal mister, che ha una forte personalità. Bisogna lasciarlo fare e sposare un progetto".
29.05.2024 22:50 di  Antonio Noto  Twitter:    vedi letture
Allenato da Conte, Masiello: "Non è vero che dopo 2-3 anni con lui i calciatori sono spompati"
TuttoNapoli.net
© foto di Federico De Luca

Conte? Ho avuto la fortuna di essere allenato dal mister, che ha una forte personalità. Bisogna lasciarlo fare e sposare un progetto. Lui - ha detto l'ex calciatore del Bari allenato da Conte Salvatore Masiello, nel corso di 'Marte Sport Live' su Radio Marte - è tipo da grandi progetti e grandi vittorie. Se il Napoli davvero vuole Conte, si assicura un progetto sicuro e sancirebbe un matrimonio perfetto, perché il Napoli dopo questa stagione ha bisogno di dare una risposta forte e Conte sarebbe proprio l’uomo giusto per ripartire con un’altra marcia. 

Sacralità nello spogliatoio con Conte? Assolutamente... Con lui non entra nessuno, figuriamoci il presidente! Conte pensa solo al risultato e non vuole bastoni tra le ruote. Non esistono i big, può sacrificare chiunque, per lui esiste il gruppo. Dà tutto in spogliatoio, e pretende tutto. Per lui vale il "noi" e non l'io", sacrificherebbe tutto in nome della vittoria e dell'unità del gruppo. Non c’è uomo migliore di Antonio per il Napoli. Il fatto che De Laurentiis lo abbia scelto gli fa onore.

Allenamenti di alta intensità? Sì, molto, ma questo non significa che i giocatori si distruggano. Lui esalta tutti, li porta a rendere al massimo delle loro potenzialità. Non è vero che dopo 2-3 anni i calciatori sono spompati, avere più benzina degli altri ti da' l'opportunità di vincere le gare anche sotto il profilo fisico e non solo sotto quello tecnico e poi conferisce maggiore sicurezza nei calciatori, perchè sanno che hanno più forza nelle gambe degli avversari”.